Condividi la notizia

LA CITTA' E IL PIANO DELLA MOBILITA'

Riordino complessivo del viale della stazione. Più parcheggi, più viabilità, più sicurezza

Il nodo di viale Marconi a Rovigo raccoglie diversi gradi di complessità. "Ci stiamo lavorando proprio in questi giorni, non faccio anticipazioni" spiega l'assessore Giuseppe Favaretto

0
Succede a:

ROVIGO - Viabilità, trasporto pubblico locale, parcheggi, ristrutturazione dell'edificio ex Riccoboni. Viale Marconi raccoglie in poche centinaia di metri una quantità di problematiche non indifferenti, ed è oggetto di uno studio complesso in questi giorni a palazzo Nodari. L'assessore Giuseppe Favaretto non fa anticipazioni, "stiamo lavorando su ipotesi e serve uno studio adeguato" dice.
"La viabilità non è perfetta" questo è chiaro. Il senso unico su viale Marconi che porta alla stazione dei treni non piace a nessuno, il traffico va il tilt per un nonnulla, i cittadini si lamentano e vorrebbero un ritorno alla vecchia viabilità (LEGGI ARTICOLO), in consiglio comunale Mattia Moretto ha parlato di una "piaga" riferendosi alla viabilità della strada (LEGGI ARTICOLO). "Non è solo questione di viabilità - spiega Favaretto - ci sono le incongruenze del trasporto pubblico locale, il recupero dello scalo merci per gli autobus da fare, la realizzazione di altri parcheggi, oltre la ristrutturazione dell'ex Riccoboni". Qui saranno collocati il comando della Polizia locale, con conseguente incremento della percezione di sicurezza in tutta l'area, e gli uffici comunali dei servizi sociali.
"Intendo risolvere il nodo entro primavera" afferma Favaretto.

Il sindaco Edoardo Gaffeo sottolinea come "sul piano del traffico in questa manovra di bilancio stiamo facendo ragionamento". Il piano della viabilità sta per essere redatto a partire dalla bozza commissionata dalle precedenti amministrazioni e che Gaffeo si è ritrovato tra le mani. "Abbiamo intenzione di mettere a disposizione altre risorse, 30mila euro, perché diventi un vero e proprio piano della mobilità che tenga conto sia del traffico veicolare, ciclabile e pedonale". "L'organicità di tutte le ciclabile e la loro percorribilità dovrà essere garantita" aggiunge Favaretto.
"Abbiamo a cuore che la programmazione della città sia organica e che duri almeno 15 anni". 

Articolo di Giovedì 16 Gennaio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it