Condividi la notizia

GIORNATA DELLA MEMORIA

Vedere per comprendere, atrocità e crimini durante la Shoah

Accademia dei Concordi e Museo dei grandi fiumi celebrano la Giornata della Memoria. “Insieme per la Shoah” è l'iniziativa in collaborazione con l'assessorato alla Cultura del Comune di Rovigo ricca di eventi tra domenica 19 e giovedì 30 gennaio

0
Succede a:

ROVIGO - Il ricordo della Shoah mette insieme oltre 20 tra enti, istituzioni e associazioni nell'organizzazione le celebrazioni del 2020. Un programma dunque fitto di eventi e appuntamenti a Rovigo tra domenica 19 gennaio e giovedì 30 per ricordare le atrocità commesse dal fascismo e nazismo

“l ricordare è un dovere perché non vada attenuata la durezza di quel passato che ha lacerato profondamente il popolo italiano. "Non possiamo permetterci di essere gli “smemorati della memoria” e “Il Giorno” della memoria ha proprio questa funzione" viene detto durante la conferenza stampa che si è tenuta a Palazzo Nodari. La Giornata della Memoria è stata istituita per ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico) e si celebra il 27 gennaio.


Il primo appuntamento sarà un film, Kapò di Gillo Pontecorvo e sarà proiettato all'Arci di Rovigo, capofila della manifestazione, domenica 19 gennaio alle 17.
Lunedì 20 gennaio la lezione concerto di Andrea Maini con Marino Bellini, sarà centrata tutta sulla Musica del '900 in Germania con le letture tratte dal Diario di prigionia di mio padre di Giorgio Guidetti. Mercoledì 22 gennaio un altro film, al teatro Don Bosco alle 20.45: Senza destino di Lajos Koltai

Il 23 gennaio alle 17 in Accademia dei Concordi, “Il dovere di ricordare” con l'intervento di Riccardo Calimani, una conversazione con lo storico e scrittore, docente e autore di rilievo internazionale, introdotta dal presidente dell'Accademia Giovanni Boniolo. Al mattino lo stesso intervento è previsto al Museo dei grandi fiumi per le scuole. 
Sabato 25 gennaio in sala consiglio della Provincia di Rovigo ci sarà la presentazione di letture tratta da Perché i giovani sappiano, di Gianni Sparapan e i suoi allievi.
La sera del 25 gennaio in sala consigliare il concerto del coro Società corale adriese sul tema della Shoah con Massimo Siviero, Patrizia Mazzucato e Stefania Masiero.

Il 26 gennaio alle 17 in Accademia dei Concordi ci sarà la proiezione del film muto “Der Golem. Come venne al mondo” (1920), regia di C. Boese e P. Wegener. Introduzione a cura di Baroukh Maurice Assael. Accampgnamento musicale dal vivo della pianista Rossella Spinosa e della violinista Tamara Camargo Guarnieri. Entrata  a pagamento. In collaborazione con associazione musicale  Venezze.
Lunedì 27 alle 10 nella sala della Provincia e in altri luoghi della città le celebrazioni ufficiali organizzate dalla commissione Pari opportunità, con la partecipazione della Prefettura e del Comune di Rovigo.

"Quest'anno metteremeo in evidenza come il nazismo e il fascismo avessere l'obiettivo di annientare la donna che significava annientare il popolo" spiega Antonella Bertoli presidente della Commissioni. Ci sarà la proiezione di un video con le atrocità commesse nei campi di concentramento sulle donne. "E' stata una r
ealtà. Quest’anno vogliamo far vedere cosa è successo e cosa succede ancora. I campi profughi e le guerre esistono ancora. L'atrocità deve essere un monito affinché non succeda più. Il nostro compito educativo dei giovani deve arrivare a spiegare che esiste solo una razza: la razza umana".

“Insieme per la Shoah”, è l'iniziativa promossa dall'Accademia dei Concordi, in collaborazione con l'assessorato alla Cultura del Comune di Rovigo e il Museo grandi Fiumi, per celebrare la Giornata della Memoria. Lunedì 27 gennaio alle 17 all'Arci Rovigo il docufilm: la questione ebraica in Europa e in Italia con la presentazione di Vittorio Zucconi.
La conclusione si terrà all'archivio di Stato giovedì 30 gennaio con un focus sullo sterminio di 500mila tra Rom e Sinti. Ne parlerà lo studioso Luca Bravi.

Il sindaco di Rovigo Edoardo Gaffeo sottolinea la valenza di aver messo la parola "insieme". "La memoria non puó essere scollegata dalla comprensione - ha aggiunto - Non è memoria fine a se stesssa ma alla comprensione".
Ecco l'importanza delle iniziative rivolte alle scuole, riuscire a parlare un linguaggio adatto ai ragazzi.

Tra le istituzioni coinvolte vi sono la Provincia di Rovigo, il Comune di Rovigo, la Commissione Provinciale Pari Opportunità, il Museo dei Grandi Fiumi, l’Accademia dei Concordi, l’Archivio di Stato, e l’Associazione Musicale Venezze. Le associazioni coinvolte con capofila l’Arci di Rovigo, sono: Il Circolo Culturale 2 Giugno 1946, Arcisolidarietà, Prima Corda, l’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci Fed. Prov. di Rovigo, l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (ANPI), l’Associazione Culturale Giacomo Matteotti, l’Associazione Culturale Nicola Badaloni, Viva la Costituzione, Smile Africa, l’Auser Territoriale di Rovigo, CGIL, UIL Pensionati, Libertà e Giustizia. Collaborano l’associazione Il Fiume e Radio Bluetu. Hanno dato il loro contributo come sponsor dell’iniziativa Asm set Rovigo, Coop Alleanza 3.0 e Padania Service.

Articolo di Venerdì 17 Gennaio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it