Condividi la notizia

RUGBY

Il Petrarca si lamenta della direzione di gara e chiede chiarimenti [VIDEO]

L’indisciplina è costata cara al Petrarca Padova, ma coach Andrea Marcato vuole vederci chiaro, pur riconoscendo i meriti della FemiCz Rovigo che ha vinto la Coppa Italia 

0
Succede a:
Andrea Marcato

ROVIGO - “Faccio i complimenti al Rovigo, chi vince ha sempre ragione. Faccio i complimenti e ringrazio il pubblico, venire a giocare a Rovigo è sempre bellissimo. Della partita non c’è niente da dire, la squadra più forte ha vinto. L’unica cosa che mi sento di dire è che, senza nulla togliere a Rovigo, è che la società chieda un report arbitrale, giusto per capire”. Le parole sono Andrea Marcato tecnico del Petrarca Padova, sconfitta che brucia,

GUARDA IL VIDEO DELLA FESTA
Leggi la cronaca della finale di Coppa Italia  
Leggi le interviste a Ferro, Lubian, Barion e Menniti-Ippolito
Leggi l'intervista a Zambelli e Roversi
Leggi le parole di coach Casellato
Leggi l'articolo sui festeggiamenti da Franchin

“A noi sono stati fischiati 20 calci, a Rovigo 5-6. Allora sono due le cose: o Rovigo è bravissima e noi dobbiamo imparare, o noi siamo molto indisciplinati e dobbiamo imparare, o c’è qualcosa che non torna. L’unica cosa che mi sento di dire. Rovigo ha vinto meritatamente e siamo stati anche un po’ sfortunati noi. Due partite simili a quelle dell’anno scorso, il risultato uguale e sono stanco onestamente di perderle. Io sono spaventato se la mia squadra prende 18 calci contro in una partita e voglio capire su che cosa dobbiamo lavorare”. 

*

In verità i calci subiti dalla FemiCz Rovigo ci risultano nove, il doppio quelli del Petrarca. Andrea Marcato e il Petrarca non gridano allo scandalo, fanno un’analisi su quanto visto, il tabellone però segna 10-3 per i Bersaglieri, ma c’è da dire che Padova non ha fatto molto.

“A nome della società - il commento di Corrado Covi - i miei complimenti vanno a Rovigo al presidente Zambelli in testa, perché chiaramente è una persona fortemente attaccata a questa Società. Ci si aspettava che sarebbe stata una partita di questo tipo. Non è una sorpresa che a vincere questa sfida sarebbe stato chi avrebbe commesso meno errori su un campo sicuramente difficile. Una partita di questo livello prendendo 20 calci di punizione non si vincerà mai, impossibile. Per cui al di là dei meriti di Rovigo che sicuramente ha commesso qualche errore in meno rispetto, a noi questa cosa è da valutare. Poi ci sono dei metri di giudizio che si continua a non capire, ma credo che per tutto il movimento vadano chiariti perché per gli arbitri, soprattutto sulla mischia chiusa, devono cercare di dare delle interpretazioni più omogenee, e non lo dico perché in questo caso debbano essere a favore del Petrarca. Ma di certo vanno capite meglio le tipologie degli arbitraggi perché come dice Andrea (Marcato, ndr) ci si possa a sciare anche, per cresce e migliorare. Questo non toglie assolutamente nulla sul fatto che ha vinto chi ha commesso meno errori”. 

“Sono partite che si giocano su poche azioni. Rispetto alle occasioni che abbiamo avuto nei loro 22 non abbiamo portato a casa tutto quello che potevamo - ha commentato capitan Trotta - e alla fine si è visto, hanno vinto di sette punti”. 

 

 

Articolo di Sabato 18 Gennaio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it