Condividi la notizia

CALCIO SERIE D

Mattiazzi: abbiamo meritato la vittoria per le occasioni create durante tutta la partita

Ha le idee chiare il nuovo allenatore (anche se nuovo non è) dell'Adriese (Rovigo) dopo la vittoria contro il Feltre, consapevole di aver fatto una prestazione di tutto rispetto e che la squadra ha risposto nella maniera adeguata

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - Serviva una scossa di quelle toste per rinvigorire l'Adriese e alla fine l'esonero di mister Luca Tiozzo e l'arrivo di mister Gianluca Mattiazzi è servito proprio a questo, con una compagine granata che ha fatto la differenza sotto tutti i fronti, dando dimostrazione che questo gruppo può ancora dire la sua in questo campionato. Una partita per gran parte dominata dalla squadra di casa, che di occasioni da gol ne ha avute veramente tante. Ovviamente di protagonisti di questa sfida ce ne sono stati tanti, ma uno in particolare è quello che alla fine ha parlato in conferenza stampa, si tratta di mister Gianluca Mattiazzi.

Lo stesso commenta: "Prima di tutto volevo dire che appena ho ricevuto la chiamata dell'Adriese non ci ho pensato due volte prima d'accettare, in quanto, come lo è anche Chioggia, questa è casa mia e mi sento bene; sono sempre andato d'accordo con il direttore, il presidente, il vicepresidente e tutto l'ambiente in generale; per cui sono felice di essere qui". Poi parlando della partita: "Abbiamo giocato bene e siamo riusciti fino alla fine a creare occasioni da gol rischiando il meno possibile e riuscendo a fare la differenza". 

"Alla fine siamo riusciti a concretizzare meritatamente ed è merito di tutta la squadra che ha dato il massimo; ho visto dei ragazzi motivati e con tanta voglia d'arrivare al risultato positivo". Successivamente parlando della settimana che verrà: "Quello che cercherò di fare è spronare i ragazzi nel miglior modo possibile, lavorando sulla testa e la motivazione, dato che in questo momento hanno bisogno di questo; andremo avanti a piccoli obiettivi senza strafare, ma pensando di partita in partita; quello che mi preme come sempre è quello di non prendere gol". 

Concludendo: "I tifosi per me sono il 12esimo uomo in campo, abbiamo bisogno di loro e sono loro che ci possono dare una mano asggiuntiva per affrontare le partita; sono contento dei saluti che mi sono arrivati". 
Articolo di Domenica 19 Gennaio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it