Condividi la notizia

ULSS 5 POLESANA

Bambino di 5 anni con la tubercolosi. Accertamenti su tutti i compagni dell'asilo

Il bambino frequenta una scuola d'infanzia a Rovigo. I medici incontreranno i genitori degli alunni per eseguire gli esami previsti dal protocollo regionale per i contatti in caso di tubercolosi

0
Succede a:

ROVIGO - E' pervenuta conferma di positività per tubercolosi in un bambino di 5 anni ricoverato in Pediatria, e che frequenta una scuola d’infanzia di Rovigo. 
Il bambino, seguito negli ultimi mesi in quanto venuto a contatto con un altro caso di tubercolosi, era risultato negativo al primo controllo, ma positivo al secondo controllo eseguito di routine nei giorni scorsi.

Il bambino è in buona salute e sta effettuando le terapie necessarie: per quanto riguarda il rischio di infezione per gli altri bimbi o altre persone, venuti in contatto con lui, poichè è stata evidenziata la presenza di rari bacilli della tubercolosi nell’aspirato gastrico, pur in assenza di ulteriori sintomi, a scopo prettamente cautelativo i medici dell’azienda Ulss 5 provvederanno a incontrare i genitori degli alunni frequentanti la scuola dell’infanzia e a eseguire gli accertamenti previsti dal protocollo regionale per i contatti in un caso di tubercolosi.

Il protocollo prevede, nella effettuazione del test Mantoux, le cui modalità di esecuzione saranno concordate al più presto, con i genitori, nell’incontro esplicativo che sarà organizzato dai medici dell’Aulss 5 insieme alla scuola, una radiografia del torace e una visita infettivologica pediatrica.

“Dal punto di vista clinico, il rischio di infezione per gli altri bambini è realmente basso; comunque il nostro servizio di Igiene e Sanità Pubblica seguirà costantemente la situazione in tutti gli aspetti, assieme alla scuola e ai genitori” dichiara il direttore generale dell’azienda Ulss5 Antonio Compostella. Infine è utile sottolineare che non persistono necessità di disinfestazione degli ambienti comuni dove il bimbo ha soggiornato.

In merito al caso di tubercolosi che ha colpito un bambino frequentante una scuola dell'infanzia di Rovigo, il sindaco Edoardo Gaffeo afferma quanto segue: “Siamo in contatto con l'Ulss 5 e siamo pronti ad affrontare il caso. Anche l'assessore all'Istruzione Tovo, sta predisponendo tutti gli accertamenti per collaborare con l'azienda ospedaliera nell'attuazione dei vari protocolli. L'importante è che il bambino stia bene, gli facciamo tantissimi auguri di pronta guarigione”.

Articolo di Martedì 21 Gennaio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it