Condividi la notizia

POLITICA

Andrea Bimbatti prepara Forza Italia a ritornare in battaglia

Forza Italia del Polesine si prepara alle elezioni regionali di primavera ritrovando unità e i valori del centrodestra: serietà e progettualità per il territorio assieme ai cittadini

0
Succede a:
Fabrizio Rossi, Andrea Bimbatti e Luigia Modonesi

ROVIGO - Forza Italia in Polesine si prepara alla battaglia. Con la guida di Andrea Bimbatti (LEGGI ARTICOLO), vicario del commissario Piergiorgio Cortelazzo, su nomina del coordinatore regionale Michele Zuin, l’energia del centrodestra, dissipata e dispersa in questi ultima anni, trova un riferimento certo e motivato.

C’è come un bisogno di centrodestra nell’aria, di una politica curata, liberale, ma non estrema. Forza Italia intende riprendersi questo spazio in vista delle elezioni regionali, ma non solo. “Vogliamo spiegare al nostro elettorale perché è necessario ritornare a votare per una forza garantista del centrodestra come è Forza Italia” spiega Bimbatti. “Puntiamo ad eleggere un nostro rappresentante in consiglio regionale con le elezioni di primavera”, il riserbo sui nomi dei candidati sarà sciolto nei primi 10 giorni di febbraio. Lunedì 27 sera si terrà il primo direttivo allargato. “Entreremo nel merito anche alla luce del risultato elettorale di domenica alle regionali dell’Emilia Romagna, così importante per capire il futuro”.

Forza Italia dopo la stagione dei grandi consensi si è consumata, arrivando, ben al di sotto del 10% a livello nazionale. Alle comunali di Rovigo 2019 i nomi dei candidati da preferenze per Forza Italia si sono sparpagliati in più liste che messe assieme avrebbero potuto ottenere il 13%.

Il Polesine ha votato Roberta Toffanin per il parlamento nel 2018 ed ha visto il commissario provinciale rodigino Piergiorgio Cortelazzo deputato, pur non eletto in loco, come riferimento del territorio, uno alla Camera, l'altra al Senato, spiega Bimbatti, per far capire che i rappresentanti del Polesine, targati Forza Italia, nei posti che contano ci sono e ritorneranno presto a far visita al Polesine.

La sede di via Badaloni ritornerà ad essere aperta, centro di dialogo per iniziative e raccolta di idee. “Non faremo i gregari - prosegue - ascolteremo i cittadini e porteremo le istanze nelle istituzioni, in Polesine abbiamo tanti sindaci, consiglieri di maggioranza e di opposizione e noi lavoreremo al loro fianco”.

Assieme a Bimbatti ci sono i referenti territoriali: per l’altopolesine Fabrizio Rossi, per il medio polesine Luigia Modonesi e per il basso Layla Marangoni.

Il gruppo è largo e può contare su più forze: Paolo Avezzù su Rovigo, Matteo Bronzolo a Lendinara e facente parte del coordinamento provinciale, Alberto Marinelli coordinatore giovani di Forza Italia, Renzo Marangon responsabile dei senior, più i tanti referenti locali. “Forza Italia è un partito aperto” e Bimbatti proverà a riallacciare i rapporti con tutti coloro che nella diaspora di Forza Italia sono rimasti senza alcun interlocutore serio.

Bimbatti dedica un momento del suo intervento al sindaco di Rovigo Edoardo Gaffeo: “Il sindaco potrebbe occuparsi di più della città di Rovigo. C’è una continuità amministrativa per cui vorremmo ricordagli che almeno fino al prossimo anno i cantieri e le opere che comincerà ed inaugurerà sono frutto dell’amministrazione precedente, di cui Forza Italia faceva parte”. “Quindi mi chiedo e gli chiedo che ci faccia sapere quale è la sua politica per la città perché non sentiamo nulla che non sia quanto già trovato”. Come il progetto di recupero dell’ex Maddalena con la riqualificazione della Commenda, “ma là non deve andare il tribunale, non era quella l’intenzione di chi ha pensato il progetto. Quell’opera è per la città”. “Il sindaco batta i pugni a Roma, al governo ha una forza politica che lo appoggia, utilizzi questa forza politica per portare a casa risultati per la città di Rovigo, perché pur avendo vinto con i voti del 25% dei cittadini, è il sindaco di tutti”.

Luigia Modonesi, ex sindaco di Fiesso Umbertiano e oggi assessore nel suo paese, definisce meglio il compito della politica. “Fare politica significa mettersi sotto i riflettori. La gente non va presa in giro. Un politico è una persona seria, noi vogliamo fare i seri col nostro Polesine e la città. Dobbiamo attivare politiche serie per lo sviluppo del territorio, per i giovani. Questi sono la nostra risorsa, servono politiche perché rimangano qui a far progredire il paese, altro che fuga dei cervelli. Bisogna continuare ad arrivare politiche economiche, la Zls è una carta da giocare in maniera importante, Forza Italia ha combattuto per questa soluzione che porterà sgravi fiscali a piccole e medie imprese a artigiani e commercianti. L’artigianato è in crisi, come il commercio. Servono facce pulite adesso. Portiamo a casa risultati politici importanti per il territorio, imparando dalle associazioni. Il risultato del voto in Emilia Romagna di domenica prossima farà vedere il futuro del nuovo governo”.

Fabrizio Rossi aggiunge l’impegno di Forza Italia nel sociale: “Le nostre case di riposo languono, andremo in Regione a farci sentire. Le famiglie non hanno i mezzi e non sanno più dove tenere i cari”. E annuncia un importante convegno sulle politiche finanziarie che si terrà a Badia Polesine nelle prossime settimane.

Il presidente della Provincia, Ivan Dall’Ara, dopo congratulazioni ai presenti ha indicato come terreno elettorale su cui concentrarsi anche il Comune di Villadose, unico comune al voto nel Polesine in primavera. “Villadose merita un’attenzione particolare: c’è una discarica importante e attorno a questa girano interessi economici e di altra natura. Serve individuare una candidatura preparata per tempo”. Il sindaco Gino Alessio non può presentarsi al voto e le allusioni sono tutte per il vicesindaco Ilaria Paparella, forzista doc. Candidatura non ancora ufficiale, ma che troverebbe una forte convergenza in Forza Italia.

Articolo di Martedì 21 Gennaio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Per approfondire

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it