Condividi la notizia

ISTRUZIONE

Quarto ed ultimo appuntamento con gli studenti della città etrusca 

Gli studenti di Adria (Rovigo) costruiscono la loro "mappa del paesaggio”. Ultimo appuntamento questo sabato con il ciclo di incontri curati dall'associazione Attive Terre

0
Succede a:

ADRIA (RO) - Si terrà sabato il quarto e ultimo appuntamento del ciclo di incontri "Il sillabario del paesaggio", che hanno coinvolto gli studenti delle scuole superiori di Adria. A condurre la lezione conclusiva sarà Francesco Visentini, ricercatore di geografia umana  dell'università di Udine, che concluderà il lavoro realizzato dagli studenti nei precedenti incontri e, in particolare, in quello dell'11 gennaio.

Il terzo appuntamento, sabato 11 gennaio, ha visto protagonista Mauro Varotto, docente dell'Università di Padova, che con gli studenti ha condotto un'attività di classificazione restitutiva dei paesaggi da loro percepiti e conosciuti, per fornire una chiave interpretativa dell'ambiente circostante e costituire il presupposto per completare una "mappa identitaria", attività che sarà realizzata proprio nell'ultimo incontro, questo sabato. L'esito del percorso svolto da studenti e insegnanti, infine, sarà illustrato nel corso dell'evento in programma il 14 marzo prossimo all’auditorium Carlo Saccenti per la Giornata Nazionale del Paesaggio, nel ventennale della Convezione Europea del Paesaggio di Firenze. 

Due gli incontri con Varotto, il primo alle 8.30 nell’aula magna del Polo Tecnico di Adria, con le classi quarta B, quinta L e quinta A, guidate dalle professoresse Patrizia Zenato e Paola Berti, con referente del progetto per l’Istituto la professoressa Monica Voltan, e con gli studenti delle classi quarta e quinta Accoglienza dell’Istituto professionale servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera “Giuseppe Cipriani”, guidate dalle professoresse Martina Barison e Monica Mainardi. Il secondo incontro, nella stessa mattinata, si è tenuto alle 11.10 nell’aula magna Badini del liceo "Bocchi-Galilei" con gli studenti delle classi quarta A classico, e delle classi quarta A e quarta B dell'indirizzo Scienze Umane, guidate dalle professoresse Eleonora Canetti, Emanuela Rizzi e Martina Panzani e dal professor Cristiano Cerioni.

L’attività, intitolata “Squadriamo il paesaggio”, ha coinvolto gli studenti nella classificazione del loro paesaggio conosciuto e percepito, secondo un semplice schema fornito ed alcuni criteri di interpretazione. Si è definito il Paesaggio Romantico, ossia il sentimento della natura, il Paesaggio Vissuto, ossia quello che definisce la Convenzione Europea del Paesaggio, il paesaggio umano, i paesaggi degradati, il Paesaggio Naturale, dato dalla morfologia fisica dei luoghi, dall’idrologia, dalla orografia, quello che passa sotto il nome di “Landscape ecology”, e infine il Paesaggio Culturale, ovvero quello definito dalle architetture.

L’attività rientra all’interno dell’azione denominata “Il sillabario del paesaggio", che consiste in un corso introduttivo al paesaggio che prevede quattro incontri di due ore ciascuno, per un totale di otto ore per istituto scolastico superiore guidati da esperti della materia. 

L’attività, ha ricordato in apertura Alessandro Andreello, presidente di Attive Terre, si colloca all’interno del progetto denominato "Cantiere Paesaggio", una co-progettazione in ambito culturale finanziata del Csv di Rovigo, che coinvolge anche le associazioni Leonardo Da Vinci, Cantieri Culturali Creativi, il Manegium e il circolo fotografico Focus, in un ricco programma di azioni sul tema del paesaggio. 

Articolo di Mercoledì 22 Gennaio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it