Condividi la notizia

CASA DI RIPOSO ADRIA

Gilda Menini potrebbe essere il quinto componente del Cda nominato dal sindaco Barbierato per il Csa

Sul tavolo del primo cittadino tre diverse proposte di candidatura come consigliere dell'organo amministrativo della Casa di riposo di Adria. Lamberto Cavallari e Spinello puntano su una fuoriclasse

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - Giorgio D'Angelo per la Lega, Claudio Rossi per Bobosindaco e Fratelli d'Italia, e Gilda Menini per la Lista Cavallari 2.0 ed il Partito democratico sono i tre nomi arrivati sul tavolo del sindaco di Adria Omar Barbierato per il completamento del consiglio di amministrazione del Centro servizi anziani.

Il nome di Andrea Portieri, ex assessore di Massimo Barbujani, troppo politicizzato per alcuni, non è stato condiviso da tutta la minoranza che si è prestentata, alla richiesta del sindaco Barbierato, alla chetichella con tre profili diversi per il quinto consigliere di Riviera Sant'Andrea.
Si trovano quindi al vaglio del primo cittadino e del segretario comunale: l'ex segretario locale di partito della Lega di Adria, D'Angelo, l'ex vice direttore e responsabile del personale del Csa di Adria "ingiustamente sminuito da Barbierato" Claudio Rossi (LEGGI ARTICOLO), e l'ultimo direttore amministrativo della Ulss14 di Chioggia, ma anche di Monselice, e di Adria, già vice presidente tecnico del Csa di Adria, su nomina del direttore generale dell'Ulss19, Alberto Monterosso poi dimessasi per sopravvenuti problemi di incompatibilità dell'incarico di consigliere con quello di dirigente sanitario, Gilda Menini.

Il nome di Menini, condiviso da Lamberto Cavallari e Sandro Gino Spinello, deriva dalla constatazione che "in un momento di avvicendamento così delicato per il futuro della Casa di Riposo abbiamo ribadito l’intenzione di dare un’indicazione slegata dalle logiche partitiche, che riteniamo non utili in questo frangente - spiega Lamberto Cavallari - ma al contrario connotata da competenze e professionalità in grado di rispondere ai bisogni del Csa di Adria.

Per questo la nostra scelta è caduta sul Gilda Menini, tecnico di prim’ordine, con un curriculum di tutto rispetto e un’esperienza pluriennale di dirigente pubblico nell’ambito sanitario che la rendono il candidato ideale per completare il Cda voluto da Omar Barbierato. Ringraziamo dunque la dott.ssa Menini per aver accettato la nostra proposta ed essersi messa a disposizione non nostra, ma degli interessi del Csa e dell’intera Città di Adria.

Questa è stata la nostra proposta alle altre forze di minoranza e il nostro ringraziamento va anche al Partito democratico che, pur nell’ambito di un dibattito articolato, ha compreso l’importanza di avvallare una candidatura di valore come quella di Gilda Menini.

Altre forze di minoranza hanno optato per criteri diversi e hanno appoggiato altre candidature. A questo punto attendiamo che si concluda l’iter di verifica dei candidati di cui alla delibera dedicata, finalizzato alla nomina del componente del Csa, per capire come sarà composto il prossimo consiglio di amministrazione dell'Ente".
Articolo di Mercoledì 22 Gennaio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it