Condividi la notizia

RIFIUTI SOLIDI URBANI

Cassonetti addio entro l’estate a San Pio X, arriva la raccolta rifiuti porta a porta

La raccolta differenziata spinta sarà attivata in città a step. Si comincia con un quartiere, entro fine 2020 partirà un secondo. L’assessore Dina Merlo: “Dobbiamo ridurre il secco non riciclabile"

0
Succede a:
ROVIGO - Tre anni dopo il varo da parte del consiglio comunale di Rovigo del nuovo piano di raccolta dei rifiuti solidi urbani da parte del gestore provinciale, la raccolta porta a porta partirà anche in città all’inizio dell’estate.

A cominciare sarà il quartiere di San Pio X, in estate, e poi entro la fine del 2020 la raccolta a domicilio dovrebbe interessare un secondo quartiere, o la Tassina o San Bortolo. La rivoluzione del servizio di raccolta rifiuti, volutamente in ritardo nella città di Rovigo, e ulteriormente diluito tra il 2020 ed il prossimo 2021, per evitare che il costo del servizio schizzi alle stelle, sta per arrivare dunque anche in città.

L’assessore Dina Merlo specifica che “è allo studio una raccolta porta a porta mista alle isole ecologiche, dipenderà dalla densità abitativa, dalla morfologia delle abitazioni”.
Entro il 2021 il servizio di raccolta a domicilio sarà esteso a tutta la città, con tutte le difficoltà e le problematiche di custodire 3-4 bidoni carrellati da 120 litri cadauno per famiglia in realtà come i condomini, le abitazioni lungo strade strette, vicoli, o aree di pregio come il centro storico cittadino.

Nelle frazioni i cassonetti urbani, di grande portata, sono spariti a partire da novembre 2017, “e lì il porta a porta funziona” dichiara l’assessore. Dopo le frazioni di Boara, Granzette, Concadirame, Grignano, Sant’Apollinare, Fenil del Turco, Buso, Sarzano, Mardimago e Borsea, i cassonetti a dimensione familiare, ma moltiplicati di numero rispetto a quelli a dimensione condominiale, entreranno a far parte delle vedute della città.
Sempre entro il 2021 è previsto un primo step di modifica al servizio per arrivare a quella che viene dichiarata essere la tariffazione puntuale in quanto per Dina Merlo “è l’obiettivo a cui vogliamo arrivare”.

“Le tariffe per le famiglie avranno nuove modalità definite a livello nazionale, soprattutto per quel che concerne il conteggio del rifiuto indifferenziato conferito. Sostanzialmente un numero di conferimenti sarà incluso in una tariffa base che sarà poi incrementata se i conferimenti saranno di più”.
Ovviamente si conteggiarà la frazione di secco non riciclabile, che deve essere smaltita in discarica o termovalorizzata, essendo un costo per il gestore, mentre la frazione riciclata conferita ai centri di trasformazione diventa un valore, si spera per la famiglia che fa lo sforzo a differenziare correttamente. Si vedrà.

L'ente di programmazione e controllo è il Consiglio di bacino, di cui tutti i comuni della provincia di Rovigo fanno parte, e sarà proprio il consiglio a dettare delle norme omogenee e ad occuparsi di come stabilire di applicare la cosiddetta tariffa puntuale. L'idea infatti della pesata del rifiuto conferito (unico sistema per pagare in funzione di quanto rifiuto si produce) attraverso scheda personale della famiglia che apre cassonetti intelligenti (sistema efficace per contrastare i conferimenti non corretti e per mantenere sempre aggiornata l'anagrafe dei contribuenti) come per esempio in uso da anni in Trentino Alto Adige, ma anche in Veneto e soprattutto in Emilia Romagna, è stata bocciata dal consiglio comunale del capoluogo.

Per quanto riguarda i rifiuti scaricati abusivamente in zona Interporto, all’esterno dell’area della Spa, in zone miste ovvero del comune e privati, “la soluzione intendiamo valutarla con i privati”. Gli abbandoni abusivi costituiscono un aggravio di costi che sono i cittadini poi a pagare. Da qui la necessità di una campagna informativa a tappeto che valorizzi il comportamento etico e corretto dei cittadini in materia di ambiente e rifiuti. “Stiamo lavorando e spingendo perché la raccolta rifiuti sia responsabile e in vero atto di civiltà”.

 
Articolo di Mercoledì 22 Gennaio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it