Condividi la notizia

SPORT

Campioni verdeblù in passerella 

Defilé dello Skating club Rovigo al Teatro di Casa Serena sabato 18 gennaio. Molte le autorità presenti, dall’assessore regionale allo Sport, Cristiano Corazzari, al sindaco Gaffeo 

0
Succede a:

ROVIGO - Tutto esaurito al Teatro di Casa Serena sabato 18 gennaio con la presentazione ufficiale della stagione 2020 dello Skating Club Rovigo. Nuova location per la “prima” della squadra di pattinaggio corsa e freestyle rodigina: dal Teatro don Bosco delle scorse edizioni, luogo storico dove è stato fondato il club nel 1961, alla location proprio adiacente al Pattinodromo delle Rose, cercando di creare un polo di non sola esclusività sportiva, ma anche sociale. Proprio da ciò è partito il saluto al pubblico che ha gremito la sala, tra autorità, atleti, allenatori, dirigenti, volontari e simpatizzanti, del presidente Federico Saccardin, che tiene le redini del club dal 1961. 

“Il primo ringraziamento va alle istituzioni presenti, segno di attenzione alla nostra società – in particolare rivolgendosi all’assessore regionale allo sport Cristiano Corazzari – ed al sostegno che costantemente ci date, si pensi al contributo regionale che permetterà una nuova resinatura della pista. Grazie al Sindaco Edoardo Gaffeo e alla sua Amministrazione che ha affiancato anche la realizzazione di un nuovo tassello del Pattinodromo delle Rose, ossia l’area hospitality. Sono sempre emozionato, nel ritrovarmi ad inizio anno, ancora alla guida di una associazione sportiva dilettantistica come la nostra, con così elevata partecipazione e mi riempie di orgoglio ma anche di responsabilità. La nostra è un’attività apprezzata, ricca di competenza e garanzie. Ciò che ci contraddistingue è proprio lo spirito di concordia che avvolge l’intera società”.

La serata è proseguita con la presentazione dello staff tecnico, spina dorsale del club. Dalle parole del responsabile tecnico Roberta Ponzetti, allenatrice dal 1984, con un pizzico di commozione il ringraziamento a tutti i tecnici che collaborano, tra agonismo e scuole di pattinaggio. Da monito, l’incoraggiamento rivolto ai genitori: “Non punite mai i vostri figli negando loro lo sport, che deve essere strumento di insegnamento, alle regole, alla passione ed alla vita”. Premiazione speciale poi per Elena Arzenton, atleta, esempio non solo di attaccamento allo sport e alla squadra, ma anche di vita: con grande passione e sacrifici ha condotto tre esperienze all’estero per studio, ma trovando sempre spazio per come possibile ti tornare sempre a pattinare e fare sport. Dopo il defilé dello staff tecnico premiato dal presidente della Provincia Ivan Dall’Ara, è stato il turno di Dirigenti e Volontari, ringraziati rispettivamente dal presidente del Panathlon Giampaolo Milan e dall’assessore comunale allo sport Erika Alberghini. Il clou della kermesse ha portato al folto pubblico la premiazione dei campioni Regionali e Italiani, risultati che hanno implementato il palmares verdeblù: su tutte, le parole del capitano della squadra Mattia Diamanti, campione italiano in carica nei 100 metri sprint in corsia, oltre ad un altro oro conquistato assieme a Nicolò Greguoldo nella team sprint. 

“È stata una stagione davvero positiva – dice Diamanti – di crescita sportiva e anche professionale. Una stagione emotivamente difficile che mi porterà in Svezia per una nuova esperienza di studio. Sono stati raggiunti grandi risultati grazie a tutto lo staff tecnico, a Roberta e a Paolo Negrini che mi hanno seguito nella preparazione, ed ovviamente ai compagni di squadra e tutte le persone che anche con una sola pacca sulla spalla mi hanno costantemente incoraggiato”. Premiati anche Benedetta Rossini per il bronzo conquistato al campionato indoor di Pescara e Paolo Campi, detentore argento al campionato italiano di categoria Master. Non sono mancati poi i ringraziamenti alle amministrazioni comunali che ospitano le scuole di pattinaggio come Taglio di Po, Porto Viro, Adria, Baricetta e Villadose, con riconoscimento consegnato all’assessore allo sport proprio di Villadose, Davide Aggio. Sul palcoscenico con gli atleti del freestyle c’è stato l’intervento del consigliere Nazionale Fernando Naroli. Quindi un plauso particolare ai vari sponsor che sostengono l’attività dello Skating Club Rovigo: presenti Asm Set con la presidente Manuela Missotti, Brico OK con il titolare Vittorino Sasso, Silla con il direttore Primo Prudenziato e Gemma Assicurazioni con Elisa Madrigrano, ringraziando anche Oxford School, ASM Onoranze Funebri, Adriatic LNG, Lanfredini, Studio Cenzi, Ente Parco, Irsap, Farmacia la Madonna, Isola di Albarella.

Divertente la presentazione dei rappresentanti delle scuole di pattinaggio “premiati” dai campioni Rossini e Diamanti in una sorta di passaggio del testimone. A proiezione conclusa del filmato con i momenti salienti della stagione 2019, c’è stata la presentazione di quelle che saranno le categorie giovanili del nuovo anno sportivo con il delegato provinciale del Coni Lucio Taschin: “Cari genitori, siete, siamo noi che dobbiamo prendere esempio dai nostri figli che praticano sport. Loro hanno tanto da insegnarci”. L’ultimo atto ha visto sfilare il vero gruppo agonistico con tutti gli atleti ringraziati dal sindaco Edoardo Gaffeo “enormemente contento ed orgoglioso di avere lo Skating Club Rovigo come eccellenza dello sport rodigino, una squadra con un vivaio enorme di atleti e volontari che la fanno eccellere nel panorama sportivo, oltre poi a gestire un impianto sportivo quale il Pattinodromo delle Rose”. A seguire, tutti gli atleti sul palco per la coloratissima foto di gruppo.

Articolo di Giovedì 23 Gennaio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it