Condividi la notizia

TEATRO ADRIA

Elena Sofia Ricci ad Adria il 2 febbraio

Uno spettacolo tutto da vivere tra poco più di una settimana al teatro comunale di Adria (Rovigo) con un'artista di fama nazionale

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - Si chiama "Mammamiabella" la straordinaria commedia musicale presentata da Uao Spettacoli “sulla maternità e adatta a tutta la famiglia” che parla di emozioni, di una nuova vita che arriva, delle rinunce che i neo genitori fanno; la commedia che andrà in scena domenica 2 febbraio alle ore 17, presso il teatro comunale di Adria (Rovigo), vanta il debutto alla regia di Elena Sofia Ricci (superstar del cinema e della tv, piu volte vincitrice del David di Donatello) e si concentra in modo attento ed attuale su tutto ciò che gravita attorno all’avvento di una nuova vita che cambia i ritmi di una famiglia.

La parola ad Elena Sofia Ricci: “Vorremmo che questo spettacolo fosse una girandola musicale su un tema più che “interessante”, dedicato a tutte le mamme e a tutti i papà, a quelli che lo diventeranno, a quelli che non ci sono riusciti e a tutti quelli che non ne hanno alcuna intenzione. Abbiamo provato a raccontare con ironia ciò che non si ha il coraggio di dire sulla sacralità della dolce attesa. Diciamocelo, siamo sempre un po’ inadeguati e spesso totalmente impreparati a questo straordinario evento”.

Una storia normale e vera, in cui è facile riconoscersi: un atto unico dove i tre attori, Valentina Olla, Federico Perrotta e Sabrina Pellegrino e le musiche dal vivo dei ‘musicattori’ Alex Bascelli (fisarmonica), Vincenzo Meloccaro (fiati), Gino Binchi (percussioni) porteranno il pubblico a rivivere tutte quelle situazioni e quelle emozioni di chi ha visto la nascita del proprio figlio o ha seguito da vicino.

Nessuna donna nasce mamma, lo si diventa giorno dopo giorno tra amore, coccole e risate, tra errori e pentimenti, tra paure e malumori e lo sanno bene i protagonisti. Valentina, una comune trentasettenne in carriera fashion-addicted, è impegnata a far spazio nel suo armadio per la nuova vita che arriva. Il fondo della cabina armadio si apre e di volta in volta lascia entrare personaggi con i quali la futura neo mamma si confronta nel meraviglioso, sconvolgente periodo di metamorfosi che è la gravidanza, un periodo che per la donna è ricco di cambiamenti.

Ed ecco quindi alternarsi in questi nove mesi (di gravidanza) a suon di musica e parole, diversi personaggi: i genitori di lei, la suocera, l'amico gay, la migliore amica, i ginecologi, l'impiegato addetto all'assegno di maternità e tanti altri improbabili quanto amorevoli dispensatori di consigli in una materia nella quale è impossibile definirsi preparati perché si dice che “quando nasce un bambino nasce anche una mamma!” ed anche il papà fa i conti con il fatto che dovrà soddisfare le voglie impensabili di quella donna che ha ormai messo da parte tutto per lasciar spazio a tante paure ed ansie.

A scandire i momenti salienti della storia, le musiche del maestro Stefano Mainetti che accompagnano magistralmente il coraggioso progetto che risulta divertente, movimentato, energico ma anche tenero. Ed è chiaro che il gioiello più prezioso lo si porta in grembo per nove mesi. 
Articolo di Venerdì 24 Gennaio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it