Condividi la notizia

GIORNO DELLA MEMORIA ADRIA

"Siate testimoni della memoria"

Il sindaco di Adria (Rovigo) Omar Barbierato, dopo aver depositato la corona d'alloro sul monumento per le vittime della Shoah in piazzetta san Nicola ha ricevuto le scolaresche in sala del consiglio comunale

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - Un giorno della memoria molto sentito nella cittadina adriese, con il primo cittadino Omar Barbierato che è partito da piazza Bocchi insieme alle autorità militari e civili e si è recato presso piazzetta San Nicola per deporre la corona d'alloro sul monumento dedicato alle vittime della Shoah. Presenti anche tanti cittadini, oltre alle scolaresche adriesi che hanno voluto partecipare a questo evento così importante. Successivamente si è passati in sala del consiglio con ospite il partigiano Arduino Nali. Il sindaco Omar Barbierato si è rivolto ai giovani presenti, ma un po' a tutta quella che era l'assemblea.



"Questa giornata è soprattutto per voi ragazzi che dovete essere testimoni di questa memoria, perchè quello che è accaduto più di ottant'anni fa non succeda più". Poi entrando nella profondità dell'argomento: "Ricordiamoci che chi ha voluto la Shoah ha messo in atto un progetto politico prima ancora di diventare una dittatura". "Politica basata sull'odio e sul cercare di combattere un nemico; tutto questo avvallato dai consensi dei tanti italiani che hanno votato". 

Sottolineando: "Ricordiamoci che noi italiani abbiamo costruito campi di concentramento e votato le leggi razziali fasciste". "Tutto questo ha portato a quello che sappiamo tutti". "Per cui oggi io mi rivolgo a voi ragazzi perchè c'è sempre il pericolo che tutto questo possa ricapitare". "Questi fatti non hanno riguardato solo gli ebrei, ma anche cinti, zingari, homosessuali, matti e disabili, oltre agli avversari politici che non la vedevano come il regime". 

Concludendo: "Sono state fatte prima di tutto scelte di carattere politico, prima ancora che militare, ed è questo che fa la differenza; quindi pensiamoci bene a cosa è successo e facciamo in modo che non succeda mai più". 
Articolo di Lunedì 27 Gennaio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it