Condividi la notizia

ECCIDI

Fiesso Umbertiano ricorderà le vittime dei massacri con una via o una piazza, anche quelli delle Foibe

Daniele Cordone trova la disponibilità della amministrazione comunale di Sonia Bianchini in merito alla intitolazione di un luogo a ricordo di tutti i martiri e vittime di sterminio

0
Succede a:
FIESSO UMBERTIANO (Rovigo) - Il coordinatore provinciale di Riva Destra Daniele Cordone, presidente del circolo locale di Fratelli d'Italia di Fiesso Umbertiano, si ritiene soddisfatto per la risposta ricevuta dal sindaco Sonia Bianchini relativa alla sua richiesta di non dimenticare le vittime delle Foibe.
L'amministrazione comunale infatti, non prima di una discussione in giunta, in merito a tutte le persone cadute per persecuzioni razziali, stragi o stermini, ha confermato che "sarà valutato di destinare una piazza o via per il ricordo di tutti i martiri e vittime delle persecuzioni, tra cui anche dei martiri delle Foibe".

Cordone si dichiara quindi contento e soddisfatto della risposta ricevuta per l'esigenza di ricostruire una memoria nazionale condivisa, visto che la Camera dei deputati ha già approvato una proposta di legge tesa a riconoscere nel 10 febbraio (data del trattato di pace a seguito del quale furono cedute alla Jugoslavia le terre d'Istria, Fiume e parte della Dalmazia dove esodarono oltre 350.000 italiani) il giorno del ricordo dedicato al massacro delle Foibe come solennità civile nazionale italiana.

I tempi della intitolazione potrebbero non essere immediati in quanto l'amministrazione intende procedere di concerto con altre associazioni combattentistiche e d'arma che piangono i propri caduti con l'individuazione di una via o una piazza a memoria delle varie vittime della crudeltà umana.

Daniele Cordone ringrazia comunque pubblicamente il sindaco Sonia Bianchini.
Articolo di Mercoledì 29 Gennaio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it