Condividi la notizia

SCUOLA PORTO TOLLE

All'Ipsia di Porto Tolle si parla di finanza etica

Attività extradidattica per la classe quarta corso Mat per l'istituto professionale di Porto Tolle (Rovigo) tutto all'interno del progetto "Io conto" delle Fondazione Cariparo

0
Succede a:
PORTO TOLLE (Rovigo) - La classe quarta A corso Mat dell’Ipsia Colombo di Porto Tolle è stata coinvolta in una iniziativa extra didattica finanziata dalla Fondazione Cariparo che mette a disposizione degli studenti e delle studentesse strumenti utili per approcciarsi con spirito critico, curiosità e da protagonisti alle grandi sfide e opportunità del nostro tempo.

Il progetto “Io conto” prevedeva due incontri: un laboratorio dedicato alla finanza etica nel quale il dottor Carlo Filippi, il giorno 22 gennaio, ha spiegato ai ragazzi come il denaro non sempre generi impatti positivi sui diritti umani e sull’ambiente. Anzi, il mondo della finanza spesso si distacca dalla sua funzione sociale cui deve i natali perdendo la mansione di motore dello sviluppo delle attività produttive.

Ciò ha portato alla nascita del movimento della finanza etica che finanzia progetti con ricadute positive dal punto di vista sociale e ambientale con l’erogazione di prestiti per l’efficienza energetica e le energie rinnovabili, altri legati alla cooperazione sociale, alla solidarietà internazionale e all’agricoltura biologica. Il messaggio che il dottor Filippi ha rivolto ai nostri studenti è stato che ognuno di loro può in prima persona cambiare il mondo della finanza impegnandosi, ad esempio, nelle attività delle numerose realtà associative che lottano per una regolamentazione del mondo finanziario.

Il secondo incontro è stato tenuto dal dottor Francesco Trotta il 31 gennaio scorso il quale si è soffermato sul legame tra finanza e criminalità organizzata. E’ stato un laboratorio didattico divulgativo per far comprendere ai ragazzi le più recenti evoluzioni delle mafie nell’ambito economico e finanziario e per mettere in rilievo come la finanza etica, intesa come uso responsabile del denaro, sia un utile strumento per affermare i principi di legalità.

La professoressa Armanda Tosato, che si è occupata dell’organizzazione degli incontri afferma che: “La scuola riveste sempre più un ruolo attivo e l'Ipsia di Porto Tolle si è sempre impegnata predisponendo un’offerta formativa che valorizzi l’educazione alla convivenza civile e alla legalità con l’obiettivo principale, appunto, di creare nei suoi studenti e studentesse un senso di responsabilità verso se stessi e la collettività”.
 
Articolo di Venerdì 31 Gennaio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it