Condividi la notizia

CENTENARIO VILLADOSE

100 anni di Giuseppe Renier a Villadose

Nella casa di riposo Sant'Anna Anni Azzurri di Villadose (Rovigo) è stato festeggiato il centenario Giuseppe dal servizio educativo insieme ai suoi familiari, oltre ad una targa di riconoscimento della stessa struttura

0
Succede a:
VILLADOSE (Rovigo) - Villadose festeggia un altro centenario. Martedì 28 gennaio Giuseppe Renier, residente in casa Sant’Anna ha compiuto 100 anni. Giuseppe, classe 1920 di Cavarzere, ospite della residenza per anziani Anni Azzurri di Villadose da 5 anni. Nella vita ha trascorso molti anni in collegio perché il padre ci teneva alla sua istruzione: voleva facesse l’università. Purtroppo dopo aver preso la maturità classica, Giuseppe ha dovuto abbandonare gli studi per prestare il servizio militare dove è diventato sergente nella scuola allievi sottufficiali di Moncalieri e poi ha prestato servizio in Istria per diversi mesi.

Finito il servizio militare, Giuseppe ha iniziato a lavorare per lo zuccherificio, erano gli anni ‘46 - 47, e lui è stato il primo a lavorare nell’ufficio del patronato sindacale di collocamento di Cavarzere. Poi è arrivato il lavoro fisso nella banca del paese d’origine. Negli anni a seguire Giuseppe ha incontrato l’amore di Vanda, di origini emiliane, si è sposato e ha avuto 3 figli: Renzo, Fanny e Paola.

I figli lo descrivono come un padre esemplare, che ha trasmesso i suoi valori prima di tutto con l’esempio, l’atteggiamento verso la vita. Uomo solare, ottimista, aperto al mondo ma anche determinato, con un grande senso del dovere, amante della lettura. E’ sempre stato impegnato politicamente a livello comunale, è stato consigliere per diversi mandati nella sua Cavarzere.

Il giorno del suo compleanno ha ricevuto gli omaggi da don Ferdinando, dall’amministrazione comunale di Villadose, rappresentata dall’assessore Vittorio Novo, dalla direttrice Marte Tardivo, che a nome di tutta la struttura gli ha regalato una targa e naturalmente da tutti i residenti della struttura. Domenica 2 febbraio invece tutta la sua famiglia si è radunata attorno a lui per festeggiarlo, a loro si sono aggiunti i volontari dell’associazione DottorClown Rovigo che proprio domenica hanno svolto il loro servizio di volontariato presso i reparti di casa Sant’Anna dedicando un saluto speciale a Giuseppe.
Articolo di Lunedì 3 Febbraio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it