Condividi la notizia

CARCERE E TRIBUNALE

Boccia e Gaffeo per provare l'autonomia di dire No al carcere minorile in centro a Rovigo

La visita a Rovigo del ministro Francesco Boccia e la presentazione della sua bozza di legge quadro per l'autonomia differenziata attribuirebbe più potere ai sindaci. Funzionerà per salvare il centro?

0
Succede a:
ROVIGO - L'autonomia rafforza l'unità nazionale, lo afferma il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e lo riporta il ministro Francesco Boccia in visita a Rovigo (LEGGI ARTICOLO) che sottolinea come non si debba trasferire i limiti del centralismo statale nel centralismo della Regione, ma ragionare in maniera diversa.

E' proprio in seno all'incontro con il ministro alla autonomia Boccia che dalla maggioranza consiliare del sindaco Edoardo Gaffeo si alza forte e chiaro l'invito a rispettare il volere del governo della città per dire No alla realizzazione del carcere minorile all'interno dei locali di via Verdi lasciati liberi dall'ex casa circondariale cittadina.


Al ministro è stata consegnata infatti la mozione sottoscritta da tutti i componenti di maggioranza da sottoporre al voto del consiglio comunale.
Può il sindaco, sostenuto dalla propria maggioranza, in questa visione di autonomia differenziata, dire la propria in merito al futuro della propria città? Se lo chiede sia Edoardo Gaffeo, che, probabilmente, lo stesso ministro Boccia, tanto che già la prossima settimana Gaffeo dovrebbe essere di nuovo a Roma per interloquire direttamente con il dipartimento di edilizia penitenziaria per sottolineare, ancora, che l'idea del carcere minorile in centro città non è gradita.

Proprio quell'insediamento bloccherebbe inoltre il naturale ampliamento del tribunale sull'attigua ex casa circondariale, un controsenso che secondo la maggioranza può ancora essere evitato.

"Se Roma ha scelto di trasferire i servizi del carcere di Treviso a Rovigo lo faccia, ma non in centro città - afferma il consigliere Nello Chendi presente all'incontro con Francesco Boccia - Rovigo ha un luogo perfetto per un insediamento come quello del carcere minorile, ed è l'ex ospedale psichiatrico di Granzette. Non ci saranno problemi con la proprietà che è regionale tramite l'Ulss5 polesana per trovare un accordo d'uso di alcune delle palazzine ansiose di essere messe in sicurezza e già ottimamente preparate ad accogliere una struttura come quella che deve trasferirsi da Treviso".

Il ministro, convinto che l'autonomia sia giusta e raggiungibile per le Regioni, ha redatto una bozza di legge quadro che definisce l'autonomia differenziata per le Regioni, contenente i principi per l’attribuzione alle Regioni forme e condizioni particolari di autonomia e modalità di definizione dei cosiddetti Livelli Essenziali delle Prestazioni e degli obiettivi di servizio.

La legge quadro parte dall'articolo 116 della Costituzione che consente l'attribuzione alle Regioni di certe forme di autonomia, per passare poi all'articolo 117 che dà potere ai sindaci, il 118 che vincola lo Stato ad esserne conseguente, al 119 che contiene l'invito a perequare, ovvero dare di più a quelle parti che hanno meno. "Non si devono strumentalizzare le cose, non si parla di perequare tra Nord e Sud del Paese, ma nei limiti delle autonomie delle Regioni significa ridistribuire tra Nord e Nord, e di questo Rovigo beneficerebbe sicuramente rispetto a realtà venete che hanno il dovere di dare una mano alla provincia rodigina".

La prima forma di perequazione a cui fa riferimento Boccia è quella infrastrutturale, a maggior ragione dopo il riconoscimento dell'area dell'altopolesine come inclusa nella Zona logistica semplificata con il porto di Venezia.

Ben venga parlare di autonomia possibile, ma l'aspetto più stringente rimane quello relativo al futuro della città e del centro storico: il sindaco del capoluogo potrà, in autonomia, decidere l'aspetto dellla città che è stato chiamato a guidare piuttosto che subire, su carcere minorile ed ampliamento del tribunale, lo statalismo ed una decisione calata sul territorio da Roma?
Articolo di Venerdì 7 Febbraio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it