Condividi la notizia

ASSOCIAZIONE MUSICALE VENEZZE

Tre borse di studio per giovani e talentuosi musicisti del Venezze

Anastasia Rollo, Manuel Angel Trejo Barrios e Filippo Cassanelli si aggiudicano le tre importanti borse di studio intitolate alla memoria dei maestri Tamburini e Ballarin e dello studioso Ennio Raimondi

0
Succede a:
ROVIGO - Tre giovani musicisti hanno vinto le borse di studio intitolate alla memoria di Marco Tamburini, Paolo Ballarin ed Ennio Raimondi. Sono tre studenti del conservatorio Venezze che prima di ricevere dalle mani di Luigi Costato, presidente di Fondazione Banca del monte che ha messo a disposizione le borse di studio, e di Ettore Felisatti, presidente dell'Associazione musicale Venezze che ha organizzato la stagione dei concerti, hanno suonato per il pubblico presente in una sala degli Arazzi dell'Accademia dei Concordi sold out.



Rompe il ghiaccio domenica 9 febbraio Manuel Angel Trejo Barrios, chitarrista 22enne del Venezuela che si appresta a terminare in conservatorio il triennio di chitarra. Due brani, un virtuoso malinconico e un virtuoso popolare, molto azzeccati sia per il concerto che per mettere in evidenza il talento di Trejo Barrios. Il Preludio Criollo di Rodrigo Riera subito avvolge e avvinghia i presenti con un malinconico arpeggio senza fine. Poi la Fantasia dalla Traviata scritta nel 1860 da Julian Arcas, ma per lungo tempo attribuita a Francisco Tarrega, una riscoperta del chitarrista compositore per lungo tempo relegato nell'ombra che "ben si associa alla scoperta dei giovani talenti delle borse di studio" come ha fatto notare Nicoletta Confalone, musicista e vicepresidente dell'associazione Venezze, nella breve presentazione. Barrios è un piccolo mago anche con la musica di Arcas, trasfigura e rinnova l'opera di Verdi, le note di Addio del passato non sono mai state così languide e struggenti. 

Entra in scena Anastasia Rollo, violoncellista di 18 anni, che esegue la Sonata op.40 per violoncello e pianoforte, è Francesco De Poli ad accompagnarla, di Shostakovic. Con risolutezza la giovane musicista affronta la composizione dell'autore russo, sempre contrastato dal regime, che in questa sonata cerca di mitigare le assonanze e l'atonalita che si sentiva dentro. Allegro non troppo e Allegro sono i due tempi offerti con energia e precisione.

Infine è il turno di Filippo Cassanelli al contrabbasso jazz accompagnato da Andrea Calì al pianoforte. La parte jazz del concerto è briosa e spumeggiante: dapprima il famosissimo brano Stardust di Hoagy Carmichael e per terminare di Oscar Pettiford Laverne's walk. Il pubblico è contento.

Al termine la consegna degli attestati. Manuel Angel Trejo Barrios si aggiudica la borsa di studio Ennio Raimondi, Anastasia Rollo merita la borsa di studio Paolo Ballarin e il contrabbassista jazz, Cassanelli, la borsa intitolata a Tamburini.
"Tre personaggi che con la loro cultura, musica e professionalità hanno fatto del gran bene a Rovigo" ha spiegato Costato davanti a tutta la platea. Tra il pubblico, oltre al presidente del Conservatorio Fiorenzo Scaranello e all'ex presidente del Venezze Luigi Puxeddu, i familiari, commossi, dei grandi irripetibili maestri Tamburini e Ballarin, e dell'uomo di cultura che fu Ennio Raimondi.
Articolo di Giovedì 13 Febbraio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it