Condividi la notizia

COMUNE

Rotatoria al buio da mesi, scatta l’interrogazione

Michele Aretusini chiede un intervento urgente al settore lavori pubblici del Comune di Rovigo nella rotatoria di via Goffredo Mameli, e chiede di inserire nell’elenco dei velobox anche via Dante Gallani che collega il quartiere S.Pio X a Roverdicrè

0
Succede a:

ROVIGO - Un problema già evidenziato settimane fa (LEGGI ARTICOLO), ora Michele Aretusini, capogruppo della Lega in consiglio comunale, presenta una interrogazione indirizzata al settore lavori pubblici. “La torre faro che si trova sulla rotatoria tra le vie Goffredo Mameli, via G.Falcone P.Borsellino e via Salvo D'Acquisto è spenta da ormai 4 mesi. Il problema è serio e visto il suo protrarsi chiedo all'amministrazione di intervenire celermente per risolverlo”.

Ma non è l’unica questione che vuole affrontare Michele Aretusini con la Giunta Gaffeo “Apprendo da un comunicato del comune di Rovigo che sono stati individuati i siti per la prevenzione e controllo con velox (LEGGI ARTICOLO) e con soddisfazione che tra i punti critici è stata inserite anche via Chiarugi la quale era stata oggetto di una petizione firmata da più di 80 residenti e depositata dallo scrivente a luglio 2019. Segnalo che tra le strade maggiormente critiche dove sono accaduti diversi incidenti, anche mortali purtroppo, che non è però presente nella lista annunciata da Comune di Rovigo, c'è via Dante Gallani che collega il quartiere S.Pio X a Roverdicrè. Propongo per quest'ultima non solo velox al fine di salvaguardare l'incolumità degli utenti ma anche o in alternativa dei rilevatori elettronici di velocità in grado di rilevare e visualizzare a mezzo pannello luminoso la velocità dei veicoli in transito su quella strada che hanno funzione deterrente”.

 

 

Articolo di Giovedì 13 Febbraio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it