Condividi la notizia

LAVORI PUBBLICI

Un recupero strategico per il rilancio culturale dell'intero Altopolesine 

Interventi di riparazione e miglioramento sismico del teatro Cotogni di Castelmassa (Rovigo) in corso, la volontà è quella di aumentare la capienza fino al numero di 350 posti, costo complessivo quasi 1 milione 400 mila euro

0
Succede a:

CASTELMASSA (RO) - Da qualche settimana hanno avuto inizio i lavori di riparazione e miglioramento sismico del teatro Cotogni. Gli stessi si sono resi necessari per fronteggiare i danni provocati dal sisma del maggio 2012. Anche se inizialmente i danni arrecati all’immobile sembravano poco consistenti, col passare degli anni si sono fatti sempre più pesanti, fino a costringere l’Amministrazione comunale, nel mese di agosto 2018, a chiudere il teatro per inagibilità.

L’intervento di primo stralcio, che prevede la riparazione ed al contestuale miglioramento sismico dell’intera struttura del teatro Cotogni, sarà costituito dalla demolizione e ricostruzione delle parti ammalorate, utilizzando la tecnica dello scuci e cuci; inoltre, al fine di eliminare l’elevata vulnerabilità dell’edificio nel suo complesso, si utilizzerà la tecnica della fasciatura con carbonio della struttura, compreso il loggiato. Si andrà, infine, ad agire mediante la collocazione di appositi tiranti all’interno dell’edificio, che risulteranno comunque poco invasivi, al fine di garantire il rispetto dei vincoli architettonici a cui è sottoposto l'immobile.

Questa prima fase di lavori, che interesserà l’intera struttura e che avrá un costo pari a € 956.000,00, verrà finanziata dalla Regione Veneto, per tramite del Commissario Straordinario per l’emergenza sisma 2012, dott. Luca Zaia, per una quota del 75% sul totale della spesa da sostenere, pari a € 690.839,65, mentre per la restante parte la copertura finanziaria sarà garantita da una donazione della multinazionale Cargill Srl, di € 260.000,00 e mediante fondi propri dall’Amministrazione comunale di Castelmassa, per un importo pari ad € 5.160,45.

I lavori sono stati aggiudicati alla Ditta Ruffato Mario S.r.l. di Borgoricco (PD) che dovrebbe completare questa prima fase del cantiere entro il mese di settembre 2020.

L’ambizione dell’Amministrazione Comunale, per la quale sta lavorando con il massimo impegno, è quella di portare a compimento l’intero progetto, che prevede il recupero del vecchio palco e la contestuale possibilità di ampliare in modo importante la capacità ricettiva del Teatro Cotogni, che si attesterebbe su un numero massimo di 350 spettatori, anziché i 146 attuali. Per il completamento dell’opera, che raggiungerebbe così un importo complessivo di 1.376.000,00 €, è necessario reperire un ulteriore finanziamento di 420.000,00 €. L’amministrazione Petrella è convinta che il recupero del teatro Cotogni ed il contestuale ampliamento della sua capacità ricettiva saranno strategici per il rilancio culturale dell'intero Altopolesine ed è pertanto impegnata fortemente per il raggiungimento di un obiettivo così importante.

Articolo di Giovedì 13 Febbraio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it