Condividi la notizia

POLIZIA DI STATO

Polizia in piazza per ascoltare e creare un filo diretto con le potenziali vittime

Campagna di sensibilizzazione della Polizia di Stato, “Questo non è amore”, venerdì 14 febbraio giorno di San Valentino. Agenti e personale specializzato davanti al Comune di Rovigo a disposizione della città contro la violenza di genere

0
Succede a:

ROVIGO - La violenza di genere è un incubo, donne indifese costretta a subire da compagni violenti  atti persecutori, se non di peggio. La Polizia di Stato con personale specializzato è in grado di aiutare le vittime. Segnale tangibile proprio il giorno di San Valentino in piazza Vittorio Emanuele II a Rovigo per tutto il pomeriggio. Un camper, e diverse donne e uomini dello Stato a disposizione dei cittadini, dal 1 febbraio 2019 al 31 gennaio 2020, 12 persone sono state denunciate per atti persecutori. Un reato principalmente che vede vittime le donne, ma ci sono anche uomini, che magari preferiscono non denunciare.

Nelle ultime settimane il caso più eclatante, che portato la divisione Anticrimine della Questura di Rovigo, guidata dal primo dirigente Bruno Zito, a chiedere ed ottenere la Sorveglianza Speciale per un uomo accusato di stalking (LEGGI ARTICOLO). 

6 gli ammonimenti del Questore per stalking, 5 per violenza domestica, 14 interventi delle volanti per violenza domestica (dato in aumento),  un fenomeno che merita la massima attenzione da parte delle forze dell’ordine.

Per questo, il giorno di San Valentino, il giorno degli innamorati, la Questura di Rovigo è scesa in piazza nell’ambito della campagna di sensibilizzazione della Polizia di Stato “Questo non è amore”.

L’iniziativa tende a creare un canale comunicativo diretto con le potenziali vittime, cercando di favorire l’emersione del fenomeno della violenza di genere, fornendo loro una corretta informazione sulle misure di tutela esistenti, aiutarle a riconoscere i segnali della sopraffazione, in tutte le sue forme e, soprattutto, ascoltarle e sostenerle nel caso intendessero chiedere aiuto per uscire dalla spirale di violenza.

Nell’occasione è stato distribuito un opuscolo (multilingue) nel quale sono riportati, oltre ad una serie di statistiche per meglio comprendere il fenomeno, tutti strumenti legali a disposizione delle vittime, le strategie della Polizia di Stato contro la violenza di genere, i programmi per i soggetti ammoniti, ed una serie di informazioni utili. 

 

Articolo di Venerdì 14 Febbraio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it