Condividi la notizia

CASA DEL SORRISO

Forza Italia suona la sveglia alla Regione di Zaia: urge cambio di passo sulle Ipab

Invoca urgentemente un cambiamento rispetto al passato il circolo azzurro di Badia Polesine: più impegnative, maggiore tutela delle strutture pubbliche, riforma del sistema socioassistenziale del Veneto

0
Succede a:
BADIA POLESINE (Rovigo) - Il comitato comunale di Forza Italia di Badia Polesine interviene sulla situazione della locale “Casa del sorriso” ribadendo la propria attenzione e preoccupazione per la struttura badiese che ospita circa 180 persone anziane. Da qualche tempo è noto come il bilancio dell’ente sia in forte sofferenza, con le inevitabili conseguenze di estrema difficoltà sull’operatività’ quotidiana.

Proprio per evitare un aggravamento della situazione e, soprattutto, per scongiurare nuove pesanti ricadute economiche sugli ospiti, sulle loro famiglie e sul personale dipendente, è necessario e quanto mai urgente che venga riconsiderato nel suo complesso il sistema della residenzialità veneta.

E’ indispensabile che la Regione del Veneto riveda la programmazione delle impegnative di residenzialità, che nel Polesine è fortemente sottostimata, oltre che adeguarne il valore economico, da troppi anni fermo. Questo darebbe un immediato e sicuro beneficio sia ai gestori delle strutture sia alle famiglie; diversamente i costi crescenti per garantire la giusta qualità dei servizi, inevitabilmente diverranno insostenibili per le famiglie.

Forza Italia di Badia invoca altresì la ripresa al più presto della discussione sulla legge di riforma delle Ipab, che contenga però delle misure certe per salvaguardare il carattere pubblico delle residenze per anziani, questo per il loro alto valore sociale, quali beni delle comunità territoriali.

Le strutture private, che negli ultimi anni prepotentemente si sono proposte sul mercato, grazie anche a programmazioni territoriali miopi, stanno letteralmente distruggendo il sistema pubblico della residenzialità, agendo con regole e forme totalmente diverse e determinando disparità di azione incolmabile.
Vogliamo che la “Casa del sorriso” di Badia Polesine non sia depubblicizzata e che continui a essere punto di riferimento del territorio.

Solo con un vero cambio di passo della politica regionale ciò sarà possibile. Forza Italia di Badia auspica un ampio confronto su questi temi, garantendo il proprio contributo e la volontà di dare risposte concrete.

 
Articolo di Martedì 18 Febbraio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it