Condividi la notizia

RUGBY

La Giunta Gaffeo tende la mano a Zambelli

A ore potrebbe essere firmata la nuova convenzione per l’uso dello stadio Battaglini tra Comune e FemiCz Rovigo, l’amministrazione Gaffeo attende solo l’ok del presidente Francesco Zambelli

0
Succede a:
Francesco Zambelli e Giuseppe Favaretto

ROVIGO - Il patron della FemiCz Rovigo, Francesco Zambelli, dopo la vittoria dei Bersaglieri sul Piacenza (LEGGI ARTICOLO), si era sfogato. Da mesi è in trattative con l’amministrazione Gaffeo per sanare la questione stadio Battaglini.

In questi anni la società di viale Alfieri ci ha rimesso un capitale per la messa in sicurezza dell’impianto (non solo i famosi 68 mila euro per disputare le amichevoli pre-campionato con Zebre e Benetton nell’Estate 2014). Mentre in altre piazze, vedi Calvisano, il Comune partecipa attivamente con contributi puntuali sullo sviluppo del rugby (LEGGI ARTICOLO), a Rovigo, incredibilmente, il presidente si sente da solo al comando di una nave che imbarca acqua.

Un grido di aiuto, un sostegno concreto, non solo a parole, questo chiede Zambelli. Il rugby è patrimonio della città, non solo sotto il profilo sportivo, ma anche culturale e sociale.

“Disponibilità totale nel dare risposte concrete al presidente Zambelli - spiega l’ex rossoblù ed assessore ai Lavori Pubblici, Beppe Favaretto - il rugby è patrimonio della città, daremo tutto quello che è possibile dare, siamo ad un buon punto d’incontro. Mi sono imbarazzato all’ultima finale di Coppa Italia (LEGGI ARTICOLO), 42 anni fa sullo stesso terreno ci ho giocato pure io, ed è lo stesso. E’ giusto che abbia il prestigio che merita uno stadio all’altezza della sua tradizione e suoi risultati sportivi, l’amministrazione condivide questa posizione”. 

In questi giorni proprio il manto erboso dello stadio Battaglini è oggetto di un intervento di semina, ma soprattutto la società sta cercando risolvere il problema del drenaggio (LEGGI ARTICOLO). Durante la finale di Coppa Italia, con la pioggia, il campo era una piscina fangosa.

Zambelli chiede una sostanziale modifica alla convenzione attuale, sottoscritta con il commissario prefettizio nel 2014. Un contratto di comodato d’uso che permetta alla società di pensare ad altro, sotto il profilo economico. Per restare ai vertici del massimo campionato italiano servono risorse, se si perdono per tamponare le falle nello stadio, prima o poi i nodi vengono al pettine. Senza trascurare il settore giovanile della Monti Junior Rovigo. Urge un campo in sintetico per permettere ai giovani rossoblù di allenarsi in sicurezza durante l’inverno.

“Abbiamo appuntamenti importanti - sottolinea il sindaco di Rovigo Edoardo Gaffeo - da parte nostra c’è la massima di possibilità per risolvere a brevissimo, stiamo parlando di incontri ad ore con la volontà di chiudere la convenzione. Erika Alberghini è l’assessore che sta trattando, noi abbiamo da vari giorni fatto una proposta di variazione e modifica del comodato, che è in valutazione ai legali della società. interlocuzione assolutamente condivisa, si sta trovando il punto di caduta per firmare la convenzione”.

Articolo di Giovedì 20 Febbraio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it