Condividi la notizia

COMMERCIO ADRIA

Simoni: "Commercianti mai interpellati per il progetto del distretto del commercio"

L'ex vicesindaco di Adria (Rovigo) commenta l'arrivo del finanziamento regionale a favore del distretto del commercio, sottolineando il fatto che il merito è della Regione e della sua amministrazione

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - "Una bella notizia interessa finalmente la nostra città: la Regione Veneto ha approvato il bando sui distretti del commercio, concludendo così l’iter burocratico su quel progetto da me fortemente voluto ancora nel novembre 2017, quando da vicesindaco delegato alle attività produttive portai avanti con la Regione Veneto il riconoscimento di Adria quale “Distretto Urbano del Commercio e Cultura”. Così Federico Simoni sulla questione dell'approvazione del contributo regionale del distretto del commercio ad Adria di qualche giorno fa (LEGGI ARTICOLO).

"Sarà una serie di iniziative che andranno a toccare il commercio adriese su più fronti grazie al contributo di 242mila euro che verrà erogato dalla Regione Veneto, alla quale va il mio plauso nella persona dell’assessore regionale al commercio Roberto Marcato. Ma il più grande ringraziamento va a chi ha contribuito ad ottenere questo risultato, in particolare Confersercenti che ha redatto la domanda ed il progetto definitivo, in partenariato con Ascom Confcommercio, CNA, Camera di Commercio, Consvipo, Adriashopping, Pro Loco, Adria.com e altre associazioni, a dimostrazione che il gioco di squadra improntato alla collaborazione concreta è una formula sempre vincente".

Poi arriva l'attacco all'amministrazione: "E così, dopo una settimana di silenzio da parte dell’amministrazione Barbierato dopo la manifestazione di protesta che ha visto una nutrita rappresentanza, degli oltre 230 imprenditori adriesi firmatari della petizione, occupare l’ufficio del sindaco e lanciare l'ultimo grido di allarme per una situazione economica diventata insostenibile, è arrivata un’ancora di salvataggio per l’amministrazione comunale, troppo spesso silente e chiusa nel palazzo, distante dalle reali problematiche delle imprese".

"Ho già avuto modo, nell’ultimo anno, di fare diversi appelli al sindaco recependo le molte lamentele dei commercianti, in particolare sul drastico taglio di oltre 30.000 euro dei fondi a sostegno di iniziative ed eventi, sulla mancata gratuità dei parcheggi blu per favorire lo shopping natalizio, su un centro storico sempre più sporco e poco curato, su un aumento della burocrazia e sulla mancanza di veri interventi a sostegno del commercio, degli artigiani, delle imprese e dei professionisti".

Aggiungendo: "Tra l’altro, è curioso leggere nel documento di protesta consegnato dai commercianti al sindaco Barbierato che gli stessi chiedano lumi su quali saranno le iniziative sui distretti del commercio, forse perché per la stesura del progetto non sono mai stati veramente coinvolti dall’amministrazione comunale". "Servono interventi strutturali continuativi e non a spot, e invito pertanto il sindaco a fare squadra coinvolgendo davvero le reti di imprese e i soggetti attivi nei settori dei servizi, i bar, i ristoranti, gli alberghi, le istituzioni culturali, i proprietari immobiliari, gli investitori, gli istituti bancari e i professionisti per superare i problemi una volta per tutte".

Concludendo: "Ed un ultimo, accorato, appello: basta con le polemiche e gli attacchi politici strumentali. Se una cosa non va, è con il dialogo, e non con la polemica strumentale, che si trovano le soluzioni ai problemi. Capisco che è iniziata la campagna elettorale che vedrà Barbierato contrapporsi al centrodestra guidato dal governatore Luca Zaia, ma è proprio la Regione Veneto quella che si sta dimostrando ente territoriale di governo che aiuta i territori ed i comuni veneti senza guardare ai colori politici ma solo agli interessi concreti e reali della gente, per cui invito tutti ad andare oltre i litigi ed a lavorare sinergicamente per la nostra amata Adria". 
 
Articolo di Sabato 22 Febbraio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it