Condividi la notizia

CALCIO SERIE D

Un allenatore chiamato Michele Florindo: cacciato ad Adria e risorto a Calvina

L'ex mister granata (Rovigo) ha preso in mano una squadra in piena zona retrocessione ed ha collezionato 41 punti in 19 partite, riuscendo ad ottenere la salvezza ed in questo momento lotta per un posto nei playoff; un risultato da vero professionista

0
Succede a:
ROVIGO - 41 punti in 19 partite giocate con il suo Calvina per mister Michele Florindo, dopo un inizio stagione in cui la formazione lombarda, guidata da Matteo Serafini, aveva perso le prime 6 partite ed era in piena zona retrocessione, con poche speranze di risalire nonostante la rosa importante. L'allenatore rodigino ha invertito la rotta grazie alla propria qualità ed a giocatori di grande qualità che sono venuti a dargli una mano, come Boldrin, Boreggio e Mauri, oltre chiaramente a un Delcarro veramente in gran forma. 

Ma ripercorriamo quella che è stata la carriera di Michele Florindo: la sua trafila nelle giovanili è tutta di marchio Adriese, dove arriva in prima squadra e gioca ben cinque campionati in serie D, con un piccola parentesi durante l'anno di militare in cui va a giocare a Scardovari in promozione. A 22 anni esordisce con il Padova in serie C1 e nella medesima categoria ha disputato 1 anno a L'Aquila, 2 anni a La Spezia, 3 anni a San Marino, di cui l'ultimo in C2. Successivamente ha militato a Caserta e Matera in serie D, per poi tornare nella sua Adria all'età di 31 anni, vincendo il campionato di promozione e giocando due stagioni in eccellenza. 

Conclude la sua carriera da calciatore a Piove di Sacco, dove a metà stagione si rompe il ginocchio e la stagione successiva siede sulla panchina biancorossa allenando per due stagioni in eccellenza. Successivamente arriva il periodo di Este che dura per due anni, dove ha sfiorato il playoff nella seconda stagione; poi la stagione granata con il secondo posto e un campionato perso di pochissimo, ma che poteva aver grandi prospettive future. Infine l'allenatore polesano ha atteso la chiamata per la nuova stagione che non è arrivata subito, ma poco dopo l'inizio del campionato di serie D, con il Calvina che gli ha reso le redini della propria squadra. 

Lui ha ripagato con 41 punti in 19 partite giocate, sei partite consecutive (le ultime) senza mai subire gol, un ritmo da playoff, con vittorie importanti con FIorenzuola e Correggese, oltre al pareggio in casa del Mantova. Tanta soddisfazione per un allenatore cacciato da Adria per essere arrivato "solo" secondo e che sembra aver ritrovato la propria dimensione. 

"Sono contento di come stanno andando le cose - spiega proprio Michele Florindo - in quanto stiamo facendo un percorso netto e siamo arrivati ad una salvezza meritata". "Adesso mancano altre 9 partite al termine del campionato e vogliamo toglierci qualche soddisfazione in più". "Per quanto riguarda il mio futuro io qua sto bene e tra un mesetto credo di incontrami con la società per capire cosa fare nel prossimo futuro, nel frattempo ci godiamo queste vittorie". 
Articolo di Lunedì 24 Febbraio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Per approfondire

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it