Condividi la notizia

EMERGENZA CORONAVIRUS

L’ordinanza potrà essere soggetta a modifiche al seguito del variare dello scenario

Giovanni Rossi, sindaco di Badia Polesine (Rovigo), come in altri comuni, ha predisposto una serie di limitazioni per contrastare la diffusione di “Covid 2019”

0
Succede a:

BADIA POLESINE (RO) – Anche Badia si adegua e con “Ordinanza sindacale n.20 del 24 febbraio” dispone tutta una serie di misure atte a contrastare la diffusione di “Covid 2019”.

Fra le misure adottate ci sono: l’immediata sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi in luogo pubblico o privato sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico, anche di natura culturale, ludico, sportiva, religiosa, discoteche, locali notturni, sale VLT e centri ricreativi. 

L’elenco dei divieti è tuttavia lungo, infatti, è disposta la Chiusura dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado e della frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, corsi professionali e università per anziani. Non solo, sono sospesi i viaggi d’istruzione sia sul territorio nazionale che estero, l’apertura al pubblico dei servizi museali e degli altri istituti e luoghi della cultura incluse le biblioteche.

È fatto obbligo alle persone che hanno fatto ingresso nel Veneto da zone a rischio epidemiologico, come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, di comunicare la circostanza al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda sanitaria competente per territorio per l’adozione delle misure di permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva.

Segue la ripetizione delle misure igieniche già emanate dal Governo, invitando le RSA per non autosufficienti (Casa del Sorriso) a limitare l’accesso dei visitatori agli ospiti.

Con questa nuova ordinanza è possibile riaprire impianti e palestre esclusivamente per allenamenti a porte chiuse. Rimangono vietati eventi e manifestazioni.
Naturalmente il Sindaco avverte che l’ordinanza potrà essere soggetta a modifiche al seguito del variare dello scenario epidemiologico e su disposizioni degli Organismi superiori competenti in materia.

U.M.B.

Articolo di Mercoledì 26 Febbraio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it