Condividi la notizia

CALCIO

Il Direttivo ha confermato il fermo a tutte le attività

Nonostante ci sia il via libera da martedì 25 febbraio per la ripresa degli allenamenti, vista l’emergenza coronavirus, e una serie di circolari e comunicati, la Grandi Fiumi Rovigo ha deciso comunque di fermarsi

0
Succede a:

ROVIGO - “Preso atto dei comunicati stampa N. 5 e N. 6 della Delegazione Provinciale di Rovigo della FIGC, il Direttivo di Grandi Fiumi Rovigo Calcio ha stabilito di non allinearsi a quanto stabilito nel comunicato N.6 in quanto oggettivamente contrastante con il N.5 emesso appena alcune ore prima:” Blocco totale dell’attività sportiva di ogni genere fino a domenica 1° marzo compresa…“In merito alla disputa o meno di allenamenti, si conferma che l’Art. 1 2 comma a) della Circolare Ministeriale ne fa espressamente divieto”. 

Ciò premesso se ripristinassimo gli allenamenti in un clima di incertezza verremmo meno a quei principi di precauzione e prevenzione su cui si basano i nostri principi associativi”. 

A comunicarlo è il presidente dei Grandi Fiumi Rovigo Calcio, Antonio Cittante “In questo contesto, pur avendo ben presente quanto grande sia il desiderio dei ragazzi di riprendere gli allenamenti, non riteniamo che questo possa avvenire nel consueto clima di serenità e di divertimento per il momento così particolare e delicato del Paese; ancora non possiamo tener conto, pur senza alimentare ansia, che il focolaio padovano è vicino. 

Per questi motivi il Direttivo ha confermato il fermo a tutte le attività, siano esse allenamenti, momenti conviviali o amichevoli per tutte le categorie

Augurandoci che tutto possa riprendere nella normalità, già dalla prossima settimana con la riapertura delle scuole, il presente comunicato ha validità fino a nuova comunicazione scritta di ripristino delle attività. 

Ci preme evidenziare che la decisione adottata non è stata facile, perché non è mai semplice andare controcorrente, ma l'obiettivo principale che ispira da sempre la nostra associazione è e sarà sempre quello di tutelare i ragazzi innanzitutto, per una crescita educativa e sportiva, allenandosi volentieri per migliorare divertendosi”. 

 

 

Articolo di Mercoledì 26 Febbraio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it