Condividi la notizia

EMERGENZA CORONAVIRUS

La progressione del contagio da Coronavirus in Veneto si sta rallentando. Pressing di Luca Zaia per ritornare alla normalità

Le misure straordinarie stanno funzionando. Le positività crescono ad una velocità molto bassa. Il presidente ha chiesto a Governo, Ministero ed Iss una misura che faccia ritornare gli studenti in classe

0
L'aggiornamento del presidente della Regione Veneto Luca Zaia: 6.800 tamponi in Veneto, 133 i casi di positività al test Coronavirus, 69 sono asintomatici, 21 sono i ricoverati, di cui 8 in terapia intensiva.


"Il vero problema in questo momento è la pandemia mediatica che stanno facendo a livello internazionale, ma non quella sanitaria. In Veneto la situazione è sotto controllo" ha affermato Zaia che confida nel Governo per la possibilità di riapertura delle scuole dalla prossima settimana.

"Ho chiesto al Governo che le prossime indicazioni che daremo in merito all'ordinanza siano validate dall'Istituto superiore di sanità, dal Ministero, dai virologi e dal mondo scientifico. Nero su bianco, sottoscrivano le misure da adottare, visto che in questa settimana abbiamo assistito a dichiarazioni non concordi. E' fondamentale che le Regioni abbiano indicazioni vere, serie, validate".

Per decisione del presidente Zaia, il focolaio di Vo' sta diventando un centro di riferimento epidemiologico, fornendo dati importanti per lo studio e la diffusione del virus.
Articolo di Venerdì 28 Febbraio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it