Condividi la notizia

AMBIENTE

Anche Polesella aderisce a M’illumino di Meno

Una bella iniziativa lasciata anni fa da Caterpillar e Radio2 nel 2005, Polesella (Rovigo) sposa l’iniziativa di venerdì  6 marzo

0
Succede a:

POLESELLA (RO) - Con apposita delibera di giunta approvata il 27 febbraio il Comune di Polesella ha deciso di aderire alla campagna “M’illumino di Meno”,  la Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili lanciata da Caterpillar e Radio2 nel 2005: l’edizione 2020 torna venerdì 6 marzo ed è dedicata ad aumentare gli alberi, le piante, il verde intorno a noi.

L’invito di Caterpillar è piantare un albero, perché gli alberi si nutrono di anidride carbonica. Gli alberi sono lo strumento naturale per ridurre la principale causa dell'aumento dei gas serra nell'atmosfera terrestre e quindi dell'innalzamento delle temperature. Gli alberi e le piante emettono ossigeno, filtrano le sostanze inquinanti, prevengono l'erosione del suolo, regolano le temperature. Gli alberi sono macchine meravigliose per invertire il cambiamento climatico. Per frenare il riscaldamento globale bisogna cambiare i consumi, usare energie rinnovabili, mangiare meno carne, razionalizzare i trasporti. Tutti rimedi efficaci nel lungo periodo. Ma abbiamo poco tempo e il termometro globale continua a salire. Gli scienziati di tutto il mondo concordano: riforestazione. Caterpillar invita Comuni, scuole, aziende, associazioni e privati a piantare un tiglio, un platano, una quercia, un ontano o un faggio. Ma anche un rosmarino, un ginepro nano, una salvia, un'erica o una pervinca major: tutto quello che si può piantare su un balcone. Sul davanzale un geranio. E maggiorana, basilico, timo e prezzemolo: piantare un giardino sulla finestra. Piantare viole del pensiero, ortensie e petunie  in un vaso appeso alla parete. Piantare erba gatta.

Il Sindaco di Polesella Leonardo Raito, che ha fortemente voluto l’adesione all’iniziativa, commenta: “Abbiamo tutti il dovere di sensibilizzare verso temi di portata fondamentale come la salute del pianeta. Noi pianteremo il nostro albero e invitiamo i nostri concittadini a mettere in campo azioni concrete a sostegno di una campagna che è una battaglia di civiltà”. 

Articolo di Venerdì 28 Febbraio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it