Condividi la notizia

PESCA

Dopo i soldi serve un intervento sui fondali 

Moria di vongole in provincia di Rovigo, bene il contributo straordinario, ma Graziano Azzalin consigliere regione chiede interventi sull’interramento delle lagune, altrimenti il settore rischia di scomparire

0
Succede a:

ROVIGO - “Bene il contributo straordinario di 200mila euro per la raccolta delle vongole, ma la Regione continua a non affrontare il problema dell’interramento delle lagune. Senza un vero intervento, tra qualche anno questo tipo di attività rischia di scomparire”. A rilanciare l’allarme è Graziano Azzalin, consigliere del Partito Democratico, commentando il sopralluogo odierno nel Delta degli assessori Pan e Corazzari che hanno annunciato uno stanziamento eccezionale per l’acquacoltura (LEGGI ARTICOLO).

“La morìa di questo inverno non si era mai vista (LEGGI ARTICOLO) ed è ormai accertato come una delle concause sia l’anossia che dipende dall’interramento delle lagune. Ed è ciò che sta avvenendo a Porto Caleri e Marinetta,  la cui profondità si è dimezzata in vent’anni, come già accaduto con il Canarin e il Basson che ormai non producono più. L’unico modo per non perdere tutto è agire in maniera seria e corposa per la vivificazione degli specchi d’acqua; due settimane fa, nell’ultimo sopralluogo fatto, ho constatato con i miei occhi come non sia più rinviabile. Il resto sono palliativi, utili certo nel breve periodo ma non risolutivi. Però anche nell’incontro di stamani non è stato preso alcun impegno in tal senso”, attacca ancora il vicepresidente della commissione Pesca a Palazzo Ferro Fini.

“Rendere produttivi gli ‘orti’ dei vongolari, il che vuol dire garantire anche la pulizia dei fondali,  significa assicurare occupazione e reddito. Se fossimo in provincia di Treviso ci sarebbe già stato un intervento ad hoc del governatore, con ben più di 200mila euro, un contributo che è meno della metà rispetto a quanto dato a Rcs per far passare in Veneto, guarda caso dalle Colline del Prosecco, una tappa del Giro d’Italia. A questo punto viene da chiedersi perché non organizzare nel Delta il Giro delle Lagune e la Cronometro delle vongole; come suggestione del territorio non è certo da meno”.

Articolo di Mercoledì 4 Marzo 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it