Condividi la notizia

POLIZIA DI STATO

Polesana acquista una polizza online, ma è una truffa. Due pregiudicati denunciati

Diverse le vittime in tutta Italia, anche una 50enne di Corbola (Rovigo) che si è rivolta al Commissariato di Adria dopo aver scoperto di aver stipulato un’assicurazione falsa

0
Succede a:

CORBOLA (RO) - Una 50enne di Corbola era stata fermata nel dicembre scorso dalle Forze dell’Ordine e sanzionata in quanto priva della relativa copertura assicurativa, ai sensi del codice della strada. Il suo veicolo era anche stato posto sotto sequestro amministrativo, ma la signora aveva stipulato un regolare contratto assicurativo online, pagando la bellezza di 500 euro.

A quel punto decide di andare al Commissariato di Adria per spiegare l’accaduto. Le indagini si sono concentrate da subito sulle modalità attraverso le quali la 50enne aveva concluso il contratto di assicurazione su internet. Dalle intestazioni dei telefoni usati per comunicare con la vittima, e dai conti adoperati dai presunti intermediari, si è scoperto in effetti il raggiro perpetrato ai danni della donna. I truffatori infatti le avevano venduto una polizza assicurativa falsa, mediante la creazione di un portale online con la riproduzione di una pagina web di una nota compagnia. 

Le verifiche svolte dagli agenti della Polizia di Stato di Adria hanno permesso di individuare gli autori della truffa assicurativa. Sono un 59enne ed un 21enne di Napoli, entrambi con precedenti penali per lo stesso tipo di reati. Diverse le vittime in tutta Italia.

La Polizia, prima di fare tale tipo di acquisti, invita a controllare sul sito dell’Ivass la lista delle compagnie italiane ed estere ammesse ad operare in Italia; nonché l’elenco degli avvisi relativi ai casi di contraffazioni, consultando il sito del Registro Unico degli intermediari assicurativi.

Inoltre è bene di diffidare sei i contatti con la compagnia che propone la polizza online avvengono esclusivamente con e-mail, cellulari o WhatsApp e se i metodi di pagamento suggeriti, come nel caso in questione, prevedono la ricarica di una prepagata.

Articolo di Giovedì 12 Marzo 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it