Condividi la notizia

EMERGENZA SANITARIA

Rigidi controlli anche nei comuni

40 controlli ai veicoli in transito nei Comuni di Polesella, Guarda Veneta e Pontecchio, Villanova Marchesana, Villamarzana e Costa di Rovigo da parte della Polizia Locale Medio Polesine 

0
Succede a:

POLESELLA (RO) - La Polizia Locale Medio Polesine, coordinata dal comandante commissario Silvio Trevisan ha svolto, in due giorni, giovedì e venerdì, una quarantina di controlli ai veicoli in transito nei Comuni di Polesella, Guarda Veneta e Pontecchio, Villanova Marchesana, Villamarzana e Costa di Rovigo per verificare la mobilità delle persone in seguito alle misure di contrasto della diffusione del Covid-19 previste dall’ultimo Dpcm. 

La maggior parte degli automobilisti ha dichiarato di muoversi per motivi di lavoro, qualcuno per recarsi ad accudire i nipoti o i famigliari anziani o per fare assistenza a persone sole. Quasi tutti hanno esibito il modulo dell’autocertificazione già precompilato da casa, qualcuno comunicando di essere già stato controllato in altri posti di controllo il giorno stesso.

“Abbiamo iniziato solo ieri, giovedì, a fare i controlli sugli spostamenti – ha dichiarato il Comandante della Polizia Locale Associata Medio Polesine, Silvio Trevisan – la collaborazione con i carabinieri ha fatto sì che si potessero fare maggiori controlli e di coordinare l’attività in modo univoco per evitare di aumentare la confusione negli automobilisti. Nei prossimi giorni proseguiremo i controlli negli altri comuni della convenzione e predisporremo anche dei controlli alle attività”.

Anche se sono in corso le verifiche sia presso le aziende che nelle anagrafi non sono stati riscontrati transiti ingiustificati. Un discorso diverso sarà la verifica se le persone controllate potessero in qualche modo essere sottoposte a misure di contenimento domiciliare, per le quali sarà necessario coordinarsi con gli uffici comunali e con l’azienda sanitaria.

Si precisa che non è prevista una sanzione amministrativa come per le violazioni del Codice della Strada, ma una denuncia penale che potrà comportare la reclusione da uno a tre mesi o l’ammenda di 206 euro”.

Numerose sono state in questi giorni le richieste, sia telefoniche che nel corso dei pattugliamenti, per chiarire quali spostamenti sono possibili e dove trovare il modulo.

Articolo di Venerdì 13 Marzo 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it