Condividi la notizia

EMERGENZA SANITARIA

Zaia: "Pronto a firmare il decreto che pone fine al passeggio"

Il bollettino del 19 marzo non è positivo. “Per domenica i negozi saranno tutti chiusi e niente passeggiate” spiega il presidente della Regione Veneto

0
Succede a:
VENEZIA MARGHERA - "Sono pronto a firmare domani l'ordinanza restrittiva. Ho parlato un paio di volte con il ministro alla sanità Roberto Speranza questa mattina - spiega Luca Zaia, presidente della Regione Veneto - Se il governo non adotta misura restrittive, non è una minaccia, sarò costretto ad adottare ordinanze regionali rispetto ai passeggi, il tema è restare a casa. Mi spiace, ma è pur vero è che l'alternativa sono le terapie intensive, i ricoveri e i contagi. I negozi inoltre per me devono essere tutti chiusi almeno la domenica, meglio se da sabato pomeriggio".

Non buone notizie rispetto al bollettino che conta oggi 115  decessi. Un bollettino di guerra, mai avrei pensato nella storia di un amministratore di dover leggere il numero dei morti. I pazienti Coronavirus stanno raggiungendo il numero ordinario dei pazienti di tutte le Ulss venete (LEGGI ARTICOLO). 

"Restate a casa, osservate scrupolosamente gli indirizzi che vanno nella direzione della tutela della salute".

Zaia oggi dedica i suoi ringraziamenti in particolare ai donatori sia ai piccoli che ai grandi. "I grandi donatori ci sono, quelli che mettono a disposizione cifre tra i 500mila e 1 milione di euro, a loro intitoleremo le postazioni complete che riusciranno a regalare con le loro donazione, allestire una nuova postazione di terapia intensiva ci costa 66mila euro, ieri c'è stato una famiglia che ne ha donate 20". "Abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti, abbiamo già superato i 50 milioni di euro di spese, e abbiamo necessità di intervenire e quindi acquistare respiratori, ventilatori e allestire posti letto per le terapie intensive".
Articolo di Giovedì 19 Marzo 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it