Condividi la notizia

EMERGENZA SANITARIA 

Annuncia che in paese c’è un caso di Coronavirus, ma il Sindaco smentisce

Per Chiara Turolla è riconducibile al consigliere comunale di minoranza l’allarme lanciato su Facebook, ma ad Arquà Polesine (Rovigo) non c’è alcun caso di Covid-19. Il primo cittadino ne chiede le dimissioni 

0
Succede a:

ARQUA’ POLESINE (RO) - “Nella serata di ieri, 18 marzo, si è consumato un gesto di una gravità inaudita, che l’amministrazione condanna con fermezza. Intorno alle 20 viene pubblicato un post su Facebook, riconducibile direttamente - per sua stessa ammissione - al Capogruppo di minoranza, Fabrizio Siviero, sulla pagina “Sei di Arquà senza se..”. Con questo post si diffonde allarmismo per una presunta situazione di contagio da Coronavirus nel comune di Arquà”. 

L’amministrazione, immediatamente avvisata, si è interessata e si è attivata con le autorità sanitarie locali, già duramente provate dalle settimane di intenso lavoro al servizio dei cittadini. In seguito alla (ulteriore) conferma dell’assenza di situazioni di contagio ufficiali nel nostro territorio, il Sindaco ha provveduto a verificare la bontà dell’informazione, in primis nell'interesse della salute pubblica, ed eventualmente, poi, per censurare “un comportamento assolutamente ingiustificato che ha procurato un ingiustificato allarmismo in molti compaesani. Dalla verifica è emersa la totale mancanza di fondamento delle informazioni veicolate sul social network, evidentemente volte ad alimentare becere polemiche. 

“Tale comportamento - spiega l’amministrazione Turolla -  trova spiegazione solo in quello che abbiamo imparato a conoscere come un esercizio di odio quotidiano del Consigliere Siviero nei nostri confronti, che sfocia in continui attacchi da parte sua e di pochissime persone che lo seguono in questa crociata, a tratti assurda e bizzarra, spesso offensiva e mortificante dell’impegno di tutti noi.

Questa volta, però, riteniamo che si sia superato il segno oltre ogni tollerabilità. Per quanto deprecabile, l’abitudine ai continui attacchi nei nostri confronti - spesso in una chiave di lettura che purtroppo travalica i confini della politica e dell’amministrazione del territorio - rimane confinata nel contesto di una dialettica tra maggioranza e minoranza, che gestiamo con gli strumenti che abbiamo a disposizione. In questo caso, però, il comportamento del Consigliere Siviero ha procurato allarme nella cittadinanza, creando un problema di ordine pubblico in una situazione già di per sé complicata, instillando dubbi gratuiti nel senso di fiducia e incolumità degli abitanti di Arquà. Tutto questo, senza nessuna motivazione, se non per il gusto di fare confusione, in un momento in cui abbiamo bisogno di tutto tranne che di esempi sbagliati e comportamenti scellerati che tradiscono la fiducia dei nostri concittadini, che ora come mai hanno bisogno di sentirsi tutelati dalle istituzioni”.  

“La forza che sta dimostrando la società civile in questi giorni di angoscia deve trovare esempio e conferma in chi si candida a guidare la comunità e sceglie di assumersi responsabilità pubbliche, indipendentemente dal ruolo. Va da sé che i comportamenti di tutti noi hanno delle conseguenze, che sono tanto più evidenti in questi giorni di grande difficoltà, sofferenza e pressione psicologica. È quindi indispensabile che queste conseguenze siano proporzionate alla bontà o a alla gravità dell’operato di ciascuno di noi. 

Per questa ragione, dinanzi ad un comportamento così irresponsabile che, una volta per tutte, dimostra una manifesta inadeguatezza ad assumersi responsabilità pubbliche, l’intero gruppo di maggioranza anticipa qui che nel prossimo consiglio comunale formalizzerà la richiesta di dimissioni del Consigliere Siviero. Il Gruppo chiede, inoltre, una presa di posizione netta da parte degli altri consiglieri di minoranza, che mai come ora devono dichiarare pubblicamente la propria avversione a un comportamento che va condannato con fermezza e dal quale non si può trarre guida, né ispirazione alcuna”.

 

Articolo di Giovedì 19 Marzo 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Per approfondire

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it