Condividi la notizia

LUTTO

La Coldiretti piange la scomparsa di Mosè Crivellari

Un socio che ha dato tantissimo anche fuori dalla vita associativa, è morto Mosè Crivellari, era residente a Porto Viro (Rovigo). Era stato nominato Cavaliere del lavoro

0
Succede a:

PORTO VIRO (RO) - È venuto a mancare, in queste ore, Mosè Crivellari. Nato a Rosolina, ma residente a Porto Viro, Mosè si è spento, dopo una lunga malattia, all’età di 82 anni.

L’Associazione Polesana Coldiretti Rovigo si stringe attorno al dolore della famiglia per questo triste momento ricordando la figura di Mosè, un uomo che per decenni è stato instancabile parte attiva del sindacato, ricoprendo diversi ruoli dirigenziali, ma che, prima di tutto, si è messo a disposizione con la sua umanità nei confronti di tutti i soci che sono venuti a contatto con lui.

Dapprima presidente di zona di Coldiretti a Taglio di Po, è divenuto poi consigliere provinciale dell’associazione di categoria per numerosi mandati. Raggiunta l’età della pensione, ha preso parte anche al gruppo dei pensionati divenendo prima presidente provinciale e poi regionale fino al 2009. Non si può dimenticare il suo attaccamento a Coldiretti, il suo spirito di aggregazione, la moralità e l’equilibrio dimostrati nel tempo, mettendo sempre gli interessi dei soci davanti ai suoi. Mosè Crivellari è stato un sindacalista convinto, sempre presente, un esempio di onestà, lealtà, generosità, ma soprattutto coerente con gli ideali e gli insegnamenti espressi dalla Coldiretti.

Fuori dalla vita associativa, ha preso parte alla Consulta degli anziani della Città di Porto Viro ed è stato insignito con la nomina a Cavaliere del lavoro per i suoi meriti lavorativi, morali e sociali. Di Mosè, oltre a essersi dedicato tantissimo alle attività associative, va ricordato il suo immenso affetto nei confronti della famiglia: lascia la moglie Angela, le figlie Mara e Giovanna e i nipoti Giacomo, Elisa e Riccardo.

L’associazione tramite il consiglio provinciale e tutti gli ex dirigenti che hanno affiancato negli anni Mosè, non potendo partecipare fisicamente alle esequie a causa della situazione emergenziale, esprime la sua vicinanza a tutta la famiglia e porge le più sentite condoglianze.

Articolo di Domenica 22 Marzo 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it