Condividi la notizia

EMERGENZA SANITARIA

Fermato insulta gli agenti, denunciato

Coronavirus: Nella giornata di sabato 21 marzo sono stati ben 49 i denunciati da Carabinieri e Polizia di Stato. Incredibile episodio a Rovigo, un signore aveva portato la spesa indietro, offese alle forze dell’ordine

0
Succede a:

ROVIGO - In provincia di Rovigo ci sono più denunciati per inosservanza alle norme introdotte dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Governatore del Veneto, Luca Zaia, che positivi al Coronavirus.

Si può uscire solo per lavoro, salute e spesa, e considerando che da lunedì chiuderanno le aziende che producono bene non necessari (LEGGI ARTICOLO), di scuse per uscire di casa i polesani ne avranno veramente poche. Rimane la possibilità di una boccata d’aria con un limite di 200 metri dalla propria abitazione, ma vista l’emergenza sanitaria in corso, vi conviene rimanere in casa (LEGGI ARTICOLO).

Giornata record quella dei Carabinieri, in tutto il Polesine, nella giornata di sabato 21 marzo, sono state denunciate ben 41 persone.

La Polizia di Rovigo, in campo con la Squadra Volanti, in città ha controllato 30 persone, 8 i denunciati.

Tra questi un signore che aveva ritenuto, dopo un giorno, di aver fatto una spesa eccessiva per il suo fabbisogno. E si era recato al supermercato pretendendo di restituire alimenti deperibili, per essere rimborsato.

Invitato a rincasare immediatamente per le note disposizioni, non essendoci alcun motivo che giustificasse la sua presenza in giro, ha iniziato ad offendere e resistere agli uomini delle volanti. Denunciato anche per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale.

Articolo di Domenica 22 Marzo 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it