Condividi la notizia

EMERGENZA SANITARIA

Inasprimento delle sanzioni in arrivo, intanto la Polizia ne denuncia ancora

Dall’inizio dei controlli, in tutta Italia quasi 100 mila denunce, per inosservanza del decreto per contrastare il diffondersi del Coronavirus, domenica 22 marzo oltre 10 mila. A Rovigo la Polizia di Stato ne ha pizzicati altri 7

0
Succede a:

ROVIGO - Domenica 22 marzo il personale della Questura di Rovigo ha controllato 36 persone, in 7 non avevano alcun motivo per circolare. Non regge più nemmeno la scusa della spesa, visto che domenica in Veneto i supermercati sono chiusi.

Ma in arrivo ci potrebbe essere un nuovo decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri, di sicuro ci sarà un inasprimento della sanzione, con l’ingresso diretto nella sfera penale, anche se si paga l’ammenda. Potrebbe costare oltre 2 mila euro l’uscita di casa senza motivo. Lavoro, salute e spesa, sono i capisaldi del Dpcm, ma attenzione a chi attesta il falso, si rischia una condanna seria, non cancellabile pagando semplicemente la multa.

Domenica sono state 157.621 le persone controllate in tutta Italia e 10.326 sono state denunciate. Incredibilmente c’erano degli esercizi commerciale aperti, e le forze di polizia in giro per il nostro Paese ne hanno sanzionati 158, a 7 è stata proprio sospesa l’attività. Dall’inizio dei controlli, resi necessari per evitare il diffondersi del contagio da Coronavirus, sono state denunciate complessivamente 92.367 persone, 2.155 le denunce per false dichiarazioni, 2.277 i titolari di esercizi.

Articolo di Lunedì 23 Marzo 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it