Condividi la notizia

EMERGENZA SANITARIA

Tatuaggi e cene con gli amici invece di restare a casa, denunciati 

A fare la spesa lontano dal comune di residenza o domicilio, ma il caso più eclatante un cinese in cerca di lavoro in comune, partendo da Rovigo. Una dozzine le denunce della Polizia di Adria

0
Succede a:

ADRIA (RO) - Sono una dozzina le persone denunciate negli ultimi giorni dal personale del commissariato della Polizia di Stato di Adria, guidato dal commissario capo Riccardo Signorelli, ai sensi dell’art. 650 del codice penale, per inottemperanza alle prescrizioni imposte dai nuovi decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri in materia di contenimento della diffusione del Covid-19.

Il Commissariato di Pubblica Sicurezza ha rinforzato i dispositivi di controllo del territorio mettendo in campo anche personale in borghese, onde verificare il rispetto di quanto previsto dai provvedimenti governativi.

Nonostante, infatti, la stragrande maggioranza della popolazione si sta attenendo all’imperativo del “restare a casa”, molte sono ancora le persone che continuano a dichiarare spostamenti non giustificati da reali situazioni di necessità.

Fra i casi più comuni, quello di alcune persone che si recano a casa di amici per cenare insieme, o ancora d colore che si recano in supermercati di comuni diversi da quelli di effettiva residenza o domicilio, per fare la spesa. Non mancano, tuttavia, situazioni ancor più eclatanti: come nel caso relativo alla denuncia di un giovane recatosi nel pomeriggio a casa dell’amico per farsi fare un tatuaggio; o di un signore di origini cinesi recatosi appositamente ad Adria da Rovigo, insieme al figlio, con l’intento di parlare col Comune per la ricerca di un lavoro, oppure ancora, di chi dichiara di andare a fare la spesa di domenica, giorno di chiusura dei supermercati. I controlli da parte del Commissariato continueranno nelle prossime settimane.

Articolo di Martedì 24 Marzo 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it