Condividi la notizia

ARTE

Un gesto d’amore verso il prossimo

Il polesano Gianluca Zonta di Melara (Rovigo), tra i vincitori di cortinametraggio 2.0 con il corto “pizza boy”. La XV edizione in versione 2.0 è andata online dal 23 al 28 marzo

0
Succede a:
Gianluca Zonta

ROVIGO - Il rodigino Gianluca Zonta con il corto Pizza Boy è tra i vincitori a Cortinametraggio il festival ideato e diretto da Maddalena Mayneri dedicato al meglio della cinematografia “breve” italiana. La XV edizione in versione 2.0 è andata online dal 23 al 28 marzo, aderendo alla campagna #iorestoacasa lanciata dal mondo della cultura per contrastare la diffusione del Covid-19, con l’hashtag #CortinametraggioLive.

Pizza Boy vince la menzione speciale della giuria Cortometraggi con la motivazione: “Il corto entra nei nostri cuori in punta dei piedi. Ci fa emozionare, vivere e soprattutto pensare. Un gesto d’amore verso il prossimo.”

Inoltre il Premio Miglior Attore – Viva Productions va a Giga Imedadze protagonista di Pizza Boy “per aver interpretato al meglio un ruolo non privo di insidie e pericoli, quello di un ragazzo georgiano che ha un obiettivo da raggiungere con urgenza (la moglie che sta per partorire) e affidandosi a pochissime battute deve interagire con un’umanità spesso fredda e cattiva o oltremodo gentile, non perdendo mai la speranza che, in qualche modo, regala anche a noi. Sempre credibile, non eccede né nel subire né nel reagire, e fa sì che quelle poche frasi in italiano siano piene di senso e valore, fino alla commovente riunione finale con la moglie e il nuovo arrivato.”

In Pizza Boy Saba, un ragazzo di origine georgiana, lavora a Bologna come porta pizza. Durante il turno serale riceve la notizia che sta per nascere suo figlio. Costretto a finire le consegne, imbrigliato in un’umanità alla deriva, Saba attraversa freneticamente la città nella speranza di arrivare in tempo in ospedale. Nel cast Giga Imedadze, Roberto Herlitzka, Marita Iukuridze, Danilo De Summa, Cristiana Raggi.

Classe 1980, Gianluca Zonta nasce a Castelmassa (Rovigo) e vive tra Melara (Rovigo) e Bologna. Laureato in Informatica e in DAMS Cinema presso l’Università di Bologna, nel 2008 frequenta il Master in produzione cinematografica “Officinema – La Bottega dei Mestieri” organizzato dalla Cineteca di Bologna. Nel 2016 frequenta il Master in Sceneggiatura "Carlo Mazzacurati" presso l'Università di Padova. Nel 2009 è fondatore e primo presidente dell’Associazione Culturale Retrobottega, nata per la promozione e la diffusione del cinema indipendente. Dal 2005 è autore di numerosi cortometraggi, tra i titoli: Il Confine (2012), Un Quarto alle Otto (2015), È solo un nastro che gira (2017). Nel 2009-2010 realizza la sua prima serie web italiana, COPS, comico-poliziesca in 26 episodi. Nel 2015 è finalista al Premio Solinas, sezione Experimenta con la sceneggiatura per un lungometraggio dal titolo Teresa, Luisa e la #NotteRosa scritta in collaborazione con Davide Giampiccolo. Con lo stesso progetto è tra i finalisti alla Biennale College Cinema 2018/2019 e nel 2019 vince il bando sviluppo dell’Emilia-Romagna Film Commission. Nel 2019 il suo ultimo corto Pizza Boy viene presentato fuori concorso ad Alice nella Città.

 

Articolo di Sabato 28 Marzo 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it