Condividi la notizia

POLITICA PETTORAZZA GRIMANI

"Liquidità alle famiglie e non l'umiliazione di buoni spesa da pochi spiccioli"

Il vicesindaco di Pettorazza Grimani (Rovigo) e componente dell'assemblea nazionale di Fratelli d'Italia, Andrea Grassetto, commenta le misure prese dal governo per le famiglie che ne hanno di bisogno, non risparmiando diverse critiche a misure non idonee

0
Succede a:

PETTORAZZA GRIMANI (Rovigo) - "Nel mio comune se dividiamo pro capite ciò che ci dovrebbe arrivare nelle casse da parte dello stato, sarebbero 6,46 euro a testa per ogni cittadino di Pettorazza Grimani". Così il vicesindaco di Pettorazza Grimani e componente dell'assemblea nazionale di Fratelli d'Italia, Andrea Grassetto, che poi parte all'attacco del presidente del consiglio: "Serviva, caro presidente Conte, una conferenza stampa per elergire l'elemosina? E di fatto scaricare sui sindaci una responsabilitá enorme".

Infatti si tratta di: "Fronteggiare i cittadini impauriti che sono stati indotti a credere dal suo discorso che i comuni siano stati ricoperti di oro". "Per questo motivo è giusto fare chiarezza: Fratelli d'Italia è fortemente contraria alle misure annunciate ieri dal governo. E’ stata mescolata dal punto vista mediatico, una misura ordinaria come l’anticipo del fondo (LEGGI ARTICOLO) con i 400 milioni per il bisogno alimentare". 

"Mai vista in un tale momento di crisi e d’incertezza uno sciacallaggio mediatico del genere da parte di un Governo; I rosso - gialli si preoccupino di procurare liquidità alle famiglie accreditando alle stesse 1.000 euro al mese, risparmiandoci l’umiliazione dei buoni spesa da pochi spiccioli". 
 


 
Articolo di Lunedì 30 Marzo 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it