Condividi la notizia

EMERGENZA SANITARIA

Il grande cuore di Giovanni Albieri

Brioche appena sfornate per gli ospiti del centro Servizi “La Quiete” di Fiesso Umbertiano e per il personale dell’ospedale di Trecenta (Rovigo). 300 in tutto grazie alla pasticceria “le Dolcezze” di Santa Maria Maddalena

0
Succede a:

FIESSO UMBERTIANO (RO)  - Sabato scorso, Giovanni Albieri, titolare della pasticceria “le Dolcezze” di Santa Maria Maddalena, ha donato al centro Servizi “La Quiete”, 100 brioche appena sfornate per offrire agli ospiti e al personale, in questo frangente emergenziale, una colazione particolare, preparata con cura e professionalità.

Ad accogliere Giovanni Albieri erano presenti: il dottor Salvatore Strano, l’educatrice Alice Veronerse, la coordinatrice Alessandra Marti e l’assessore ai servizi sociali del Comune di Fiesso Umbertiano, Luigia Modonesi.

Per ringraziare Giovanni, gli ospiti della casa di riposo, coordinati da Alice Veronese, gli hanno donato una colomba pasquale realizzata in panno accompagnata da un biglietto benaugurale.

Questo giovane imprenditore, come tanti altri, ha chiuso la sua attività per l’emergenza Covid-19, con tutti i conseguenti problemi economici che si ripercuotono su tutta la categoria della quale fa parte, ma ciò non ha fermato il suo talento e la sua generosità tant’è che, nella stessa giornata, ha effettuato una seconda consegna di 200 brioche, sempre gratuita, al personale sanitario dell’ospedale Covid di Trecenta.

 Ma chi è questo giovane imprenditore?

Giovanni Albieri del bar pasticceria “Le Dolcezze”, è un pasticcere davvero in gamba, ha conquistato un prestigioso riconoscimento alla manifestazione nazionale “regina” dei panettoni ed un lusinghiero quinto posto all’ottava edizione del “Tenzone del panettone”. 

Da 15 anni porta avanti la sua attività assieme alla sua famiglia originaria di Fiesso Umbertiano nel cuore della frazione di Santa Maria Maddalena, accanto alla chiesa, dove nel tempo si è ritagliato un ruolo sempre più importante nella comunità.

Tante sono le idee che Giovanni Albieri ha in testa, e passata l’emergenza crediamo proprio che le metterà in atto!

Grazie Giovanni! Grazie per il “tuo carico di bontà”!

Articolo di Mercoledì 1 Aprile 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it