Condividi la notizia

EMERGENZA SANITARIA

Pizzata con gli amici e finta spesa, multati in sette dalla Polizia

Circolava con la busta della spesa con le bottiglie vuote, un gruppo di amici si erano ritrovati per una pizza, ma si sono visti arrivare la Polizia di Stato di Rovigo

0
Succede a:

ROVIGO - Non ci siamo. Si può uscire di casa per lavoro, salute e spesa, ma dentro il sacchetto, oltre ai prodotti appena acquistati (beni di prima necessità), ci dovrebbe essere anche lo scontrino.

Il personale della Squadra Volanti della Questura di Rovigo, giovedì 2 aprile, ha fermato un ragazzo, come giustificazione per essersi allontanato di casa ha esibito una borsa, riferendo agli agenti della Polizia di Stato di essersi recato a fare la spesa.

L’ingegno. Dentro la busta di un noto supermercato c’erano bottiglie vuote presenti solo per fare volume. Poco dopo ha ammesso alla Polizia che era un modo per farsi un giro, fumarsi una sigaretta e vedere gli amici. Maxi multa che va da 400 a 3 mila euro, con lo sconto di un terzo se paga entro 30 giorni.

E’ andata ancora peggio ad un gruppo di amici. In barba ai divieti di assembramento hanno ben pensato di organizzare una pizzata in compagnia. I vicini di casa hanno avvistato la Polizia, una volta giunti sul posto non hanno potuto far altro che multare i commensali.
In totale il personale della Questura di Rovigo ha controllato 64 persone nella sola giornata di giovedì.

In tutta la provincia anche i Carabinieri hanno trovato 7 persone che circolavano senza motivo.

Articolo di Venerdì 3 Aprile 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it