Condividi la notizia

SOLIDARIETA' ARIANO NEL POLESINE

Una rete di solidarietà per aiutare Ariano nel Polesine

L'amministrazione comunale di Ariano nel Polesine (Rovigo) fa il resoconto di quanto stanno facendo le varie associazioni del territorio per aiutare proprio il comune in questo momento d'emergenza

0
Succede a:
ARIANO NEL POLESINE (Rovigo) - ll comune di Ariano nel Polesine ha un’importante rete di solidarietà, grazie alle molte associazioni che quotidianamente svolgono il loro servizio sul territorio. Servizio che in questo periodo di emergenza covid-19 si è rivelato ancora più utile e prezioso.

L’amministrazione comunale di Ariano nel Polesine, con il sindaco Luisa Beltrame alla guida, ha avuto modo di creare, grazie a molte collaborazioni con il terzo settore, dei nuovi servizi ad hoc in particolar modo per le persone anziane, sole o comunque in situazioni di difficoltà. Grazie alla preziosa collaborazione dei volontari della Protezione Civile e dell’associazione “Auser Adriani” è stato possibile terminare, in tempi brevi, la preparazione e la consegna porta a porta delle mascherine fornite dalla Regione Veneto.

Sempre grazie alla loro collaborazione sarà possibile accompagnare le persone anziane della frazione di Rivà impossibilitate a spostarsi per raggiungere l’ufficio postale di Ariano, durante il periodo di chiusura dell’ufficio postale della frazione. In oltre, grazie al contributo dei volontari della Protezione Civile e ai i volontari più
giovani della parrocchia, si è attivato il servizio di consegna a domicilio di beni di prima necessità e di farmaci. Il martedì e il venerdì pomeriggio, dalle 15 alle 18:30 è possibile contattare i volontari, fornire l’elenco dei beni necessari per poi riceverli nella mattinata di mercoledì e sabato.

Negli stessi giorni, è possibile ricevere a casa, anche farmaci contattando direttamente la farmacia di Ariano nel Polesine del dottor Minotti e la farmacia di Rivà del dottor Chiefa. È anche stato attivato, grazie al supporto dell’associazione “Officine Sociali”, un servizio di sostegno psicologico telefonico. La dottoressa Anna Chiara Pelizzari, dalle ore 9 alle 12:30, del martedì e venerdì, è disponibile per aiutare a contrastare questo periodo di solitudine e incertezza.

Continua naturalmente la consegna dei pasti a domicilio a cura dell’sssociazione Gave e si è consolidato, ulteriormente, il rapporto di collaborazione con la Parrocchia e con la Caritas, che seppure in una situazione di emergenza, ha intensificato la consegna dei pacchi spesa per i più bisognosi. Inoltre in questo momento di difficoltà, a partire dalla prossima settimana, sarà attivo il servizio di consegna a domicilio dei libri della biblioteca a cura della cooperativa Goccia con la bibliotecaria Giorgia, con la quale il comune ha in essere la convezione per la gestione del servizio.

L’amministrazione ringrazia tutti i volontari che, nonostante il difficile momento che il nostro paese sta affrontando, non stanno facendo mancare il loro prezioso e fondamentale aiuto.
 
Articolo di Sabato 4 Aprile 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it