Condividi la notizia

EMERGENZA STRAORDINARIA CORONAVIRUS

Iras Rovigo, una ospite positiva al Coronavirus a Casa Serena. Isolamento per la compagna di stanza

L'Ipab del capoluogo, organizzato su due strutture, ha ricevuto il risultato della campagna di tamponi ai 320 ospiti, 145 operatori e 35 infermieri: nessun pericolo

0
Succede a:
ROVIGO - Potrebbero essere solo poche unità le positività al virus Covid-19 riscontrate all'Iras di Rovigo, ma non ci sono pericoli per gli ospiti e nemmeno per la continuità del servizio socio assistenziale.

Sono arrivati i primi risultati, relativi alla struttura di Casa Serena, con una unica positività, relativa ad una signora di 95 anni, della campagna di tamponi effettuata a tutto il personale.

Il direttore generale dell'Ulss 5 Polesana Antonio Compostella annuncia una situazione clinica "importante" per l'ospite della Casa Serena di Rovigo, positiva allo screening. Su 116 ospiti è l'unica posiva. Su 58 dipendenti, 40 negatività riscontrate, 18 in processazione. E' stata precauzionalmente posta in isolamento anche la signora compagna di stanza. "Potrebbe essere un falso positivo, ripeteremo il test" - ha affermato Compostella.

Lo screening a tutta la struttura che complessivamente conta circa 145 operatori e 35 infermieri, oltre a circa 310 ospiti, che dal 6 marzo scorso sono praticamente in isolamento all'interno delle strutture per proteggersi dal virus che potrebbe venire da fuori, consente di avere indicazioni sulla negatività di tutti gli altri, quindi, una volta isolati i positivi, tutto può procedere come di consueto.
Non c'è alcun rischio di esplosione del contagio in quanto se i positivi sono certi, lo sono altrettanto i negativi.

Iras Rovigo è comunque pronta da tempo ad affrontare la gestione di ospiti in isolamento, tra l'altro già fatta per alcuni ospiti a rischio per sintomatologia, sia dal punto di vista della dotazione di dispositivi individuali di protezione, sia nella preparazione degli operatori. Iras Rovigo ha sempre avuto i dispositivi di protezione fin dall'inizio dell'emergenza sanitaria.
Articolo di Domenica 5 Aprile 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it