Condividi la notizia

EMERGENZA SANITARIA

Domande per i buoni spesa disponibili a Corbola

Il sindaco Michele Domeneghetti (Rovigo) spiega le risorse che sono state date al comune e come l'amministrazione si è mossa per rinviare pagamenti e tasse varie in questo momento di difficoltà

0
Succede a:
CORBOLA (Rovigo) - Nel comune di Corbola è possibile da martedì 7 aprile far pervenire le domande per avvalersi del bonus spesa. Il contributo totale che ha a disposizione il paese corbolese è di 16.000 euro, che verranno spartiti in buoni da 20 euro per persona spendibili per alimentari, beni di prima necessità e medicinali di fascia C. Il buono verrà consegnato con scadenza settimanale. 

La modulistica è possibile reperirla davanti alla porta del municipio, oppure chiamando l'ufficio competente perchè venga consegnata alla famiglia che magari non ha la possbilità di muoversi fino in centro paese. "Verrà stilata una graduatoria dopo Pasqua - spiega il primo cittadino Michele Domeneghetti - adattata a quelli che saranno gli isee delle varie persone che ne hanno di bisogno". 

Proseguendo poi: "Il nostro intento è quello di cercare di diluire il più possibile i soldi che abbiamo a disposizione, in quanto è da specificare che ci sono persone che in questo momento ce la stanno facendo con i loro risparmi, ma finiti questi saranno in grossa difficoltà e noi dovremo dare una mano proprio in quel momento". "Quindi l'idea sarebbe di proseguire per un mese l'emessione di questi contributi". 

"Mi compiaccio con il governo per la scelta di aver messo a disposizione questi contributi in modo anticipato per aiutare le famiglie". 

Sottolineando poi: "Unitamente ai provvedimenti economici governativi, come comune ci siamo attivati cercando di prolungare il più possibile le varie scadenze della tassazione comunale, in modo tale da dare un po' di ossigeno alle piccole attività, ma anche ai privati cittadini". "Nello specifico stiamo provando a non aumentare le tasse e le aliquote che dal 2014 non subiscono variazioni". 

Concludendo con casi positivi e guariti: "Avevamo due casi positivi di covid-19 che sono guariti e non c'è nessuna persona in quarantena preventiva". "Per quanto concerne la giornata di Pasqua invito tutti coloro che hanno in mente di muoversi, di non farlo e di stare a casa, per non vanificare tutti i sacrifici fatti fino ad ora". 
Articolo di Mercoledì 8 Aprile 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it