Condividi la notizia

EMERGENZA CORONAVIRUS

Corazzari chiede al Ministro Franceschini contributi ad hoc per la cultura 

Sinergia tra regioni per dare impulso al settore dello spettacolo, cinema ed audiovisivo. Cristiano Corazzari: “azioni condivise per rilanciare un comparto che ha subito un brusco stop” 

0
Succede a:
Corazzari e Franceschini

ROVIGO - La Regione del Veneto, rappresentata dall’assessore alla cultura Cristiano Corazzari ha partecipato in videoconferenza al Coordinamento tecnico a livello nazionale della Commissione Beni ed Attività culturali.

All’ordine del giorno le diverse proposte emerse dopo i vari tavoli virtuali avuti con gli assessori alla Cultura di tutta Italia. Punto comune riguarda la possibilità di utilizzare il fondo nazionale Covid-19 spettacolo, cinema ed audiovisivo.

“Come Regione del Veneto siamo già al lavoro per procedere con azioni condivise per una nuova rinascita della cultura veneta, passata questa tempesta. Quello che emerge è una complessiva difficoltà, diffusa a livello nazionale, che colpisce duramente le categorie dello spettacolo, nello specifico quelle che non beneficiano di fondi Fus e che a causa dell’emergenza Covid-19 hanno bisogno di supporto economico e di liquidità - spiega l’assessore regionale -. Assieme a tutti gli assessori alla cultura condividiamo la necessità di trovare delle soluzioni appropriate al momento perché il mondo della cultura non perda linfa e continui ad essere uno strumento di welfare a sostegno di intere comunità”.

Questo il commento dell’assessore regionale alla Cultura, Cristiano Corazzari, a conclusione dell’incontro, in videoconferenza, a cui hanno partecipato gli assessori alla Cultura di tutta Italia.

“Ci siamo accordati su tutta una serie di proposte che sottoporremo formalmente al Ministro Franceschini, già sentito la settimana scorsa e che ha dimostrato apertura nei nostri confronti - continua Corazzari -. Di fatto le Regioni hanno il termometro della situazione nei lori territori per cui credo ci sarà ampio margine di collaborazione affinché si concretizzi un impegno comune che, a conclusione dell’emergenza, consenta l’immediato riavvio delle attività con iniziative di rilievo”.

Tra le proposte avanzate al Ministro Franceschini la possibilità di assegnazione alle Regioni di una quota del Fondo Covid-19 spettacolo, cinema ed audiovisivo da destinare ad associazioni culturali, in particolare giovani formazioni che creano prodotti ed eventi artistici, ed imprese e organismi privati (cooperative, fondazioni ed associazioni) di programmazione e produzione di eventi di spettacolo dal vivo.

“Cercheremo di sostenere tutte quelle imprese che sapranno proporre un piano annuale di attività e che utilizzeranno modalità innovative di interazione con il pubblico - continua l’assessore Corazzari -. L’obiettivo prioritario è continuare ad offrire momenti di sostegno morale e svago culturale, soprattutto in questo momento in cui risulta difficile raggiungere i grandi pubblici nei teatri e nelle piazze cittadine. Con l’erogazione di contributi ad hoc sosterremo gli attuali livelli occupazionali del comparto culturale perché sia pronto con la programmazione quando sarà avviata la fase di ripresa graduale”.

 

 

Articolo di Mercoledì 8 Aprile 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it