Condividi la notizia

EMERGENZA SANITARIA

L’appello di Andrea Bimbatti: non vengano dimenticate le risorse per la disinfezione degli impianti sportivi comunali di Rovigo

Siamo ancora tutti a casa, ma prima o poi si potrà tornare alla vita di sempre, sport compreso. Gli impianti sportivi del Comune di Rovigo avranno bisogno di aiuti extra, così come le società operano sul territorio

0
Succede a:
ROVIGO – “Pur essendo ancora in una fase di sospensione forzata per via dell’emergenza sanitaria da Coronavirus, e assodata la priorità a gestire il contingente – afferma Andrea Bimbatti, coordinatore vicario provinciale di Rovigo di Forza Italia - attenzione alla salute, aiuti a famiglie ed imprese, anche per lo sport, si rende necessario prevedere e quindi pianificare quelli che saranno i bisogni per le decine di società sportive che operano nella nostra città in tutte le discipline, soprattutto per quanto riguarda gli ambienti.

Disinfezione e sanificazione che forse è ritenuta inutile per le strade, credo sia necessaria in luoghi chiusi frequentati da centinaia di persone.

Nella speranza che venga confermato il bando del comune di Rovigo e la destinazione di risorse per le società sportive così come preannunciato, che consentirebbe comunque a tutte le società sportive di far ripartire le proprie attività con un piccolo sostegno economico, con particolare attenzione a chi gestisce direttamente campi o palestre, non va sottovalutato l’aspetto della sanificazione degli ambienti. La crisi che oggi attanaglia le famiglie e le imprese si ripercuoterà in modo diretto e indiretto sull’attività delle società sportive di tutti i livelli.

Si parla di palestre con annessi servizi e spogliatoi, si parla degli spogliatoi e delle pertinenze di tutti gli impianti sportivi, dal palazzetto, al campo Coni, al Battaglini, Baseball e tutti i campi di calcio della città. In questa fase di predisposizione del bilancio comunale vanno tenute in considerazione anche spese che oggi sembrano lontane ma che in poche settimane potrebbero rendersi necessarie. Non dimentichiamo che oltre all’attività agonistica le strutture sportive vengono quotidianamente utilizzate da tutte le fasce d’età, dai bambini fino agli anziani, sapendo poi quanto sarà importante il ritorno all’attività motoria, fisicamente e psicologicamente, soprattutto dopo questo difficile periodo che stiamo attraversando.

Destinare risorse, prevedere gli eventi ed anticiparli ritengo sia dovere dell’amministrazione”.

 
Articolo di Giovedì 9 Aprile 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it