Condividi la notizia

EMERGENZA SANITARIA

Aumento dei prezzi e speculazione, scattano gli accertamenti

L’amministrazione comunale di Fiesso Umbertiano (Rovigo), terminata la distribuzione dei buoni spesa attualmente in corso, depositerà presso i competenti organi di vigilanza la richiesta di controlli sui prezzi applicati sui beni di prima necessità  

0
Succede a:

FIESSO UMBERTIANO (RO) - In questo momento di complessa difficoltà, il Paese tutto è chiamato ad una storica prova di coesione, unità, condivisione e solidarietà nel perseguimento del più alto obiettivo comune: la salute di tutti.

La tutela del bene collettivo quale valore supremo ed irrinunciabile supera grandemente ogni particolarismo, ogni personalismo, ogni logica di profitto, ogni mero e soltanto temporaneo intento speculativo.

“Nelle ultime settimane sono stati in più occasioni riscontrati significativi aumenti dei prezzi per molti dei generi e dei beni che i recenti Decreti Governativi e Regionali emergenziali - evidenzia l’amministrazione comune di Fiesso Umbertiano - con le relative disposizioni di legge, hanno confermato o sancito come di “prima necessità”. Il bene di una Comunità passa prima di tutto per la tutela delle persone che la costituiscono. E La tutela delle persone passa innanzitutto per la possibilità di garantire loro il soddisfacimento delle necessità primarie. Senza distinzione e senza discriminazione alcuna. 

Poiché riteniamo che la vicinanza ai nostri cittadini trovi la sua più nobile espressione in atti di sostegno concreto a famiglie, anziani, soggetti deboli o comunque in difficoltà, l’Amministrazione comunale di Fiesso Umbertiano, terminata la distribuzione dei buoni spesa attualmente in corso, depositerà presso i competenti organi istituzionali di vigilanza apposita istanza formale per l’attivazione, nell’ambito del territorio comunale, di verifiche e controlli per l’individuazione, l’accertamento e la repressione di eventuali fenomeni di speculazione nel merito di qualsiasi ingiustificato incremento dei prezzi per beni di prima necessità (alimentari, mascherine sanitarie omologate, gel e prodotti igienizzanti, ecc.).

Il bene di tutti, prima di tutto”.

Articolo di Sabato 11 Aprile 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it