Condividi la notizia

EMERGENZA SANITARIA

Al Centro servizi per anziani “La Quiete” nessun contagio

Nella struttura che ospita gli anziani a Fiesso Umbertiano (Rovigo), sabato 11 aprile è stato effettuato il test rapido per il Covid-19, sono risultati tutti negativi

0
Succede a:

FIESSO UMBERTIANO (RO) - Sabato 11 aprile, in mattinata, i sanitari dell’Azienda Ulss 5 Polesana, hanno effettuato il test rapido per il Covid-19 agli ospiti e a tutto il personale del Centro Servizi “La Quiete” di Fiesso Umbertiano e gli esiti sono stati per tutti: negativi.

Questo importante risultato è frutto dell’attenzione che la Direzione ha posto nel sistema di gestione e di tutela degli ospiti del Centro Servizi “La Quiete”, che è stato ampiamente rivisto in ambiti restrittivi in questo periodo di grande emergenza sanitaria; si sono chiuse le visite dei familiari da diverso tempo e tutti gli operatori sono stati investiti di grande senso di responsabilità, facendo delle norme anti contagio, la loro condizione di vita dentro e fuori “La Quiete”.

“Gli organi direttivi e gestionali della nostra struttura sono giornalmente in contatto con la Direzione dell’Ulss 5 Polesana e sempre sono state adottate le misure e le indicazioni impartite sia dall’Ulss 5 che dalla Regione del Veneto.

Sappiamo di aver chiesto un sacrificio ai familiari dei nostri ospiti e per questo gli operatori della struttura si prodigano ogni giorno nel programmare videochiamate tra i nostri anziani ed i loro cari per mantenere vivo il loro legame”.

La Direzione della Quiete, inoltre, ha mantenuto inalterati i programmi assistenziali come pure la presenza di quegli operatori non prettamente addetti all’assistenza quali: Fisioterapista, Psicologa ed Animatrice, anzi, quest’ultima professionista ha incrementato i percorsi di animazione, sempre nel rispetto della volontà e capacità degli ospiti, questo anche per compensare, almeno in parte, la mancanza del contatto con i familiari e nell’ottica rivolta alla buona gestione del nostro Centro Servizi. 

“Nel balcone centrale della struttura è stata esposto un grande tricolore, realizzato dagli ospiti con la supervisione dell’educatrice, dottoressa Alice Veronese, che porta la scritta: Ce la faremo e stiamo facendo tutti il possibile per seguire questo incitamento!

Nel pomeriggio di sabato 11 aprile, poi, si è tenuta una riunione sempre presso “La Quiete”, alla presenza della commissione dell’Ulss 5 Polesana per verificare i percorsi e le procedure da mettere in atto nel caso si verificasse un contagio e i tecnici hanno appurato che la nostra struttura possiede spazi, personale formato e Dispositivi di Protezione Individuale per rispondere all’emergenza anche se speriamo di non trovarci mai a dover affrontare una situazione così grave….

Tanta responsabilità, professionalità, serietà sono le basi su cui poggia la gestione del nostro Centro Servizi per anziani “La Quiete” e per queste caratteristiche la sua oculata amministrazione ci fa ben sperare riguardo al futuro dei nostri ospiti anziani che vanno tutelati e seguiti in questo periodo difficile della loro vita”.

“In veste di Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Fiesso Umbertiano - sottolinea Luigia Modonesi - voglio esprimere un grazie a tutta la Direzione, al Presidente Salvatore Licciardello, alla Coordinatrice Alessandra Marti e a tutto il personale per l’attenzione che mettono in campo tutti i giorni ed in particolare in questo momento emergenziale; la primaria preoccupazione di tutti consiste nel tutelare quelle fragili persone che sono i nostri anziani ospiti. Un pensiero riconoscente anche ai familiari ai quali siamo consapevoli di aver chiesto dei grandi sacrifici ma la finalità risulta importante e fondamentale per la vita dei loro cari”. 

Articolo di Giovedì 16 Aprile 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it