Condividi la notizia

EMERGENZA SANITARIA

20 nuove positività al Coronavirus agli Istituti polesani di Ficarolo

Esplode il focolaio alla struttura denominata "Il pioppeto". Tutti dall'area disabili psichici nella più grande struttura della provincia di Rovigo. 39 gli ospiti attualmente positivi, 17 operatori

0
Succede a:
ROVIGO - Il direttore generale dell'Ulss 5 Polesana Antonio Compostella illustra il secondo focolaio più significativo di Coronavirus in provincia di Rovigo: quello della struttura per disabili a Ficarolo che registra ulteriori 20 nuove positività tra 19 ospiti ed 1 operatore sanitario.
Il primo riscontro risale al 2 aprile con un ospite sintomatico, ricoverato in Malattie infettive a Rovigo. Dei 225 ospiti disabili, 30 sono stati posti in isolamento nello spazio denominato Il faggio. Avviato lo screening sui 225 ospiti e 175 dipendenti lo scorso 6 aprile.
Vengono riscontrarte 3 positività tra gli ospiti l'8 aprile, e predisposto un gruppo Covid-19 di isolamento per i positivi da protocollo operativo già previsto. Il 15 aprile nuovo riscontro di positività in un nucleo diverso. Riparte lo screening su ospiti e personale con prevalenza al nucleo denominato Il Frassino, poi a tutti. Sono arrivate le positività comunicate ieri (LEGGI ARTICOLO).

Comprese le 20 positività odierne la situazione ad oggi è di 39 ospiti positivi su 225 ospiti. La situazione potrebbe aumentare nei prossimi giorni di alcune unità. 17 sono gli operatori con tampone positivo. Mancano ancora 140 esiti di processazione.

Bollettino locale tutto dedicato agli ospiti disabili dell'istituto di Ficarolo. 19 nuove positività per gli ospiti ed 1 operatore. Si è quindi aggiunto un decesso di un ex paziente della Geriatria di Rovigo, poi trasferito al Covid Hospital di Trecenta, peggiorato e quindi deceduto (LEGGI ARTICOLO).

Dal territorio due positività: un signore del 1952 dell'Altopolesine, con sintomatologia importante per contatto diretto con un positivo. Ricoverato in Malattie infettive il 18 aprile; un signore del 1971 di Rovigo, operatore Oss della Geriatria di Rovigo. Dopo due tamponi negativi, in isolamento precauzionale dal 1 aprile, ripetuto il terzo tampone il 18 aprile è risultato positivo, prosegue isolamento.

46 i ricoverati complessivi, 14 in Terapia semi intensiva respiratoria a Trecenta, 25 in area medica Covid-19, 7 in Terapia intensiva a Trecenta.

2 i nuovi nati.

L'andamento regionale riporta +192 nuove positività in Veneto. Si stanno riducendo e si va verso la riduzione delle occupazioni di posti letto Terapia intensiva e area medica Covid. "Non stiamo debellando il virus, ne stiamo riducendo gli effetti di contagio - ha ricordato Compostella - Attenzione alle riaperure, la cosiddetta Fase 2. Ci sta pensando a livello regionale la Regione del Veneto per la riapertura in sicurezza".
Articolo di Lunedì 20 Aprile 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it