Condividi la notizia

LA CELEBRAZIONE

Omaggio alle vittime del bombardamento del 1945

A 75 anni di distanza, il 20 aprile 2020, nonostante il momento particolare che si sta attraversando, la comunità di Lusia (Rovigo) ha ricordato quel tragico evento

0
Succede a:

LUSIA (Rovigo) - In una giornata uggiosa con il cielo cupo, di questo difficile periodo, Lusia ha voluto ricordare le vittime di quel 20 aprile 1945, quando un gruppo di bombardieri anglo americani, con l’obiettivo di distruggere il ponte che collegava le due sponde dell’Adige, distrussero gran parte del centro cittadino di allora: la Chiesa, il campanile, parte del castello Morosini, provocando la morte di 74 civili.

A 75 anni di distanza, il 20 aprile 2020, nonostante il momento particolare che si sta attraversando, la comunità di Lusia ha ricordato quel tragico evento. Al parco delle rimembranze, è stata depositata una corona di alloro in omaggio alle vittime di quel giorno. Erano presenti, con le dovute accortezze preventive dovute al Covid-19, il Sindaco Luca Prando, il parroco don Antonio Rossi, i rappresentanti della polizia locale e la signora Francesca Fornari, come testimone diretta di quel giorno.

“Si era programmata una grande cerimonia per la giornata di ieri (domenica 19 aprile) – afferma il Sindaco – ma purtroppo non è stato possibile realizzarla; è doveroso comunque ricordare l’evento che ha segnato la storia del nostro paese più di ogni altro. Lo facciamo in una forma più semplice, ma non meno sentita e toccante; anzi con ancor più emozione, vista l’importanza della 75° ricorrenza e la modalità con cui la stiamo affrontando. Lo dobbiamo a memento di chi quel giorno ha perso la vita, persone che Lusia e i lusiani non dimenticano anche in questo periodo difficile”.

Sono stati letti i nomi delle 74 vittime del bombardamento, la signora Francesca Fornari ha letto una sua breve poesia a ricordo di quel giorno e il parroco ha impartito la benedizione.

Articolo di Martedì 21 Aprile 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it